Pd, quadrato su Ricotta
Stefano Di Pietro fa un passo indietro,
Rosaria Del Balzo in avanti?

MACERATA 2020 - I dem verso la candidatura unitaria alle primarie. Manovre social: l'immagine costruita dell'assessore e le offensive alla presidente della Croce Rossa. All'orizzonte nuove civiche
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
PD_FF-1-325x216

Il segretario cittadino Stefano Di Pietro con Giovanni Scoccianti e Narciso Ricotta davanti alla sede del Pd

 

di Matteo Zallocco

Pd verso la candidatura unitaria alle primarie del 16 febbraio. Il segretario cittadino Stefano Di Pietro quasi sicuramente non sarà della partita, salterebbe così definitivamente il “piano b” per un nome alternativo a Narciso Ricotta e all’amministrazione uscente. Resta invece aperto per Di Pietro il discorso Regionali, per le quali la concorrenza non manca, a partire dal sindaco Carancini che in passato non ha nascosto di voler proseguire l’attività politica dopo la scadenza del doppio mandato.

Lunedì con ogni probabilità arriverà il no definitivo da Di Pietro che era stato tirato per la giacchetta da chi chiedeva una candidatura anti-Ricotta all’interno dei dem. A questo punto l’assessore ai lavori pubblici (che può già contare sui “pacchetti” Carancini e Sciapichetti) avrebbe dalla sua l’intero partito e sarebbe ancor di più l’avversario da battere. L’unico sfidante certo al momento è Luciano Pantanetti, presidente del Consiglio comunale, che già la scorsa settimana ha presentato la sua candidatura con la civica “La città di tutti”. Potrebbero essere poi della partita la vice sindaca Stefania Monteverde (Macerata Bene Comune) e David Miliozzi (Pensare Macerata), il nome proposto da Massimiliano Bianchini nel tavolo con Italia Viva. Sullo sfondo resta sempre Rosaria Del Balzo Ruiti, presidente di Croce Rossa e Fondazione Carima, che ancora non ha chiarito le sue intenzioni. C’è chi sostiene che una possibile sorpresa alle primarie potrebbe essere una lista civica dell’area cattolica.

del-balzo-salvini

Un montaggio che ritrae Rosaria Del Balzo con Matteo Salvini

E una nuova civica potrebbe nascere anche a sostegno di Ricotta in vista delle elezioni di primavera. L’assessore ha un altro vantaggio, quello di una campagna elettorale iniziata da parecchio tempo. E sta aspettando l’ultima assemblea Pd (e a questo punto anche l’endorsement dell’intero partito) per ufficializzare una candidatura comunque scontata. Intanto Ricotta prosegue con la sua anacronistica propaganda social a suon di video della sua serie “Piccole idee crescono” con rappresentazioni da fotoromanzi anni ’90 e motivetti melanconici. Da tutto ciò emerge un’immagine costruita che restituisce un Ricotta snaturato dalla realtà. Una metamorfosi elettorale che fa il paio con quella di Andrea Marchiori, il cui linguaggio (soprattutto nei comunicati stampa) è radicalmente cambiato da quando è approdato alla Lega.

macerata-futura2-325x380

Il post della pagina “Macerata Futura” che ha condiviso un vecchio articolo sulla Del Balzo

Altri mutamenti all’orizzonte? Possibile. Rosaria Del Balzo, per esempio, è ancora trincerata dietro a un “no comment”. Seppur accostata a destra e a manca, al momento preferisce il silenzio. In settimana la presidentessa è stata presa di mira su Facebook da due pagine (Macerata Futura e Policomics) create dall’agenzia di comunicazione che sta curando la campagna elettorale di Ricotta. Etichettata come “una donna per tutte le stagioni”, la Del Balzo compare in foto-montaggi con Salvini. Mentre nel centrodestra tutto tace e i malumori di alcuni alleati crescono per questa regia targata Paolo Arrigoni che non ha ancora dato segnali.

 

ricotta-canesin-2

Narciso Ricotta in versione reale oggi al pranzo di Natale della bocciofila di via Panfilo assieme all’assessore Alferio Canesin

ricotta-facebook

Su Facebook il Narciso Ricotta fotomodello

Narciso Ricotta sbarca sui social, scatti in stile kennediano “Candidato modello” ma non giallorosso



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X