Le primarie si tingono di rosa
Vincono Irene Manzi e Paola Medori

LA CORSA AL PARLAMENTO - Il voto degli elettori di Pd e Sel ha dato ragione alle donne e alla città di Macerata. Ottimi risultati anche per Alessia Scoccianti e Andrea Marinelli, escono sconfitti Mario Morgoni ma soprattutto il segretario provinciale Roberto Broccolo e il deputato uscente Mario Cavallaro
- caricamento letture
candidati_primarie_pd-2

Judith Jolay, Andrea Marinelli, Alessia Scoccianti, Roberto Broccolo, Irene Manzi, Mario Cavallaro e Mario Morgoni sono i sette candidati del Pd

 

 

manzi_giannini

Irene Manzi e Sara Giannini controllano i risultati nella sede provinciale del Pd

I RISULTATI DEFINITI DELLE PRIMARIE PD
Votanti 5.419, voti validi 5.366.
Irene Manzi 2.260 (23.63%), Andrea Marinelli 1.938 (20.26%), Alessia Scoccianti 1.751 (18.31%), Mario Morgoni 1.667 (17.43%), Roberto Broccolo 913 (9.55%), Mario Cavallaro 858 (8.97%), Angelica Judith Jolay 176 (1,85%)

Risultati definitivi di Sel (dati ufficiosi, che saranno verificati in nottata nella sede regionale): Medori 427, Rocchetti 300, Stura 174. Edoardo Mentrasti 70 (lista regionale), Lara Ricciatti 120 (lista regionale).

***

di Alessandra Pierini

e Filippo Ciccarelli

«Per la prima volta serviranno le quote azzurre»: è questo il primo commento nella sede provinciale del Pd appena resi noti i  risultati delle primarie della coalizione di centro sinistra per la scelta dei candidati parlamentari della provincia di Macerata che saranno poi inseriti nella lista regionale, della quale faranno parte anche due candidati scelti direttamente dalla  segreteria nazionale del Pd.

Paola-Medori

Paola Medori

Per il Pd ha infatti conquistato il primo posto Irene Manzi, vice sindaco del Comune di Macerata, che ha ottenuto 2260 preferenze, superando il vice sindaco di Recanati Andrea Marinelli. Sorprendente anche il terzo posto conquistato dalla renziana Alessia Scoccianti, new entry del panorama politico e giovanissima che ha collezionato ben 1.751 preferenze.

Voto rosa anche per Sinistra Ecologia e Libertà che vede in lista al primo posto l’avvocato maceratese Paola Medori.
Il voto di oggi ha dato così ragione alle donne e alla città di Macerata.
Significativo il dato relativo all’affluenza al voto. Il numero dei votanti (5.419)  ha superato  di poco il 30% di quello degli intervenuti alle urne lo scorso 25 novembre per la scelta del candidato premier. Ha votato questa volta soprattutto l’apparato, mentre la partecipazione popolare si è notevolmente affievolita per una competizione che è stata per gli elettori molto meno appassionante.

E’ evidente che i più inseriti e attivi all’interno del partito sono stati penalizzati da quello che sembra essere stato un voto “contro” sintomatico dei sempre più evidenti conflitti interni. Premiati  i volti nuovi e gli outsider, bocciata la leadership. Il deputato uscente Mario Cavallaro e il segretario provinciale del Pd Roberto Broccolo sono riusciti a vincere  solo su Angelica Judith Jolay: la somma dei voti che hanno raccolto è inferiore a quella raccolta dal solo Andrea Marinelli, vicesindaco di Recanati, ed è superiore di appena 20 preferenze a quella di Alessia Scoccianti, outsider delle consultazioni primarie.

alessia_scoccianti

Alessia Scoccianti al voto

«Sono molto contenta – ha commentato Irene Manzi – è un bel risultato per la provincia di Macerata,  per il capoluogo e per tutti coloro che mi hanno votato. Provo emozione e soprattutto responsabilità per un risultato così importante».

***

Gli aggiornamenti in tempo reale

Aggiornamento delle 23.30 – Risultati definitivi. Votanti 5.419, voti validi 5.366.
Irene Manzi 2.260 (23.63%), Andrea Marinelli 1.938 (20.26%), Alessia Scoccianti 1.751 (18.31%), Mario Morgoni 1.667 (17.43%), Roberto Broccolo 913 (9.55%), Mario Cavallaro 858 (8.97%), Angelica Judith Jolay 176 (1,85%)

Aggiornamento delle 22.40: 4470 voti validi. Manzi 2.084, Marinelli 1.859, Scoccianti 1.661, Morgoni 1.608, Broccolo 870, Cavallaro 774, Jolay 163.

OV4D1037

Le operazioni di spoglio dei voti

Aggiornamento delle 22.30: 310 votanti, 307 voti validi a Tolentino. Manzi 248, Broccolo 235, Scoccianti 43, Morgoni 39, Cavallaro 15, Marinelli 11, Jolay 4.
Risultati definitivi di Sel (dati ufficiosi, che saranno verificati in nottata nella sede regionale): Medori 427, Rocchetti 300, Stura 174. Edoardo Mentrasti 70 (lista regionale), Lara Ricciatti 120 (lista regionale).

Aggiornamento delle 22.25: 2.912 voti validi. Marinelli 1.346, Manzi 1.231, Scoccianti 976, Morgoni 820, Cavallaro 554, Broccolo 542, Jolay 118.

Aggiornamento delle 22.20: Andrea Marinelli supera Irene Manzi dopo lo spoglio di Recanati, dove i votanti sono stati 850 (838 i voti validi). Queste le preferenze nella città leopardiana: Marinelli 633, Broccolo 2,Cavallaro 16, Jolay 23, Manzi 90, Morgoni 176, Scoccianti 144. Ancora in alto mare lo spoglio per le primarie dei candidati di Sel. Probabilmente i risultati definitivi saranno resi noti in nottata.

valerio_calzolaio

Valerio Calzolaio alle urne

Aggiornamento delle 22.10: 1709 votanti, 1689 voti validi. Manzi 1.035, Marinelli 708, Scoccianti 679, Morgoni 518, Cavallaro 463, Broccolo 373, Jolay 89.

Aggiornamento delle 22: Primi risultati dello spoglio su 1418 voti validi (massimo 2 preferenze): Irene Manzi è in testa con 852 voti, segue Andrea Marinelli con 611; Scoccianti 555, Morgoni 466, Cavallaro 414, Broccolo 223, Jolay 69. Scarsa l’affluenza alle urne rispetto al ballottaggio per le primarie: sembra infatti che abbia votato solamente 1/3 degli elettori che si erano espressi nella scelta tra Renzi e Bersani.

***

 

morgoni

Mario Morgoni

 

ORE 21 – Al momento nessuno è in grado di dire con precisione cosa decideranno le primarie per l’elezione dei candidati al Parlamento del centro sinistra. In effetti, nonostante il regolamento sia stato diffuso ormai da settimane, le regole non chiariscono quanti nella graduatoria che sarà stilata questa sera finiranno poi effettivamente nel listone regionale. A complicare le cose c’è anche il necessario equilibrio tra uomini e donne che aggiunge ulteriori incognite.
Al di là delle incertezze che riguardano tutta Italia, nella provincia di Macerata si accende la polemica in quella che il segretario provinciale del Pd Roberto Broccolo aveva definito confronto amichevole, anche se immediatamente smentito dal renziano Mario Morgoni (leggi l’articolo).
A far discutere è la presunta indicazione, da parte dei vertici del partito, a votare Roberto Broccolo  e Irene Manzi. A denunciarlo tramite Facebook è il tolentinate Marco Romagnoli, ex assessore comunale, che scrive: «Primarie Pd Tolentino: gli integerrimi componenti il seggio, sotto il vigile controllo del capo, distribuivano unitamente alle schede elettorali pizzini recanti i nomi “Broccolo” e “Manzi”… forse è chiarito il motivo della “sonata” di primavera… preparo le valigie…».

 

Francesco-Rocchetti

Francesco Rocchetti

Claudio-Stura

Claudio Stura

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Più pacata la situazione nelle file di Sel (leggi l’articolo). I seggi sono stati chiusi alle ore 21 ed è subito iniziato lo spoglio delle schede. In serata saranno decretati i risultati.

OV4D1044   OV4D0817   OV4D0812   OV4D0809   irene_manzi_primarie-2-1024x682   irene_manzi_primarie-1-1024x682   gianluca_puliti

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X