Covid, lavori per il Pronto soccorso:
l’appalto si sblocca dopo tre anni
nel giorno in cui finisce l’emergenza

CIVITANOVA - La decisione risale alla determina del 2020 dell'allora giunta regionale. Il costo delle opere è di 366mila euro. Assistenza primaria a Belforte: si dimette il medico Francesco Brambatti. A Camerino incarico di 17 ore settimanali all'oculista Virginia Marruso

- caricamento letture

pronto-soccorso-ospedale-civitanova-FDM-3-650x450

 

di Luca Patrassi

La determina di autorizzazione per l’appalto dei lavori al Pronto Soccorso dell’ospedale di Civitanova era stata firmata ieri ed oggi è stata pubblicata all’albo pretorio dell’Ast di Macerata. Il giorno scelto per la verità non è dei migliori visto l’oggetto, la tempistica in effetti presta il fianco a facili ironie sulla burocrazia pubblica e sui tempi di realizzazione delle opere.

Ast Macerata oggi in effetti ha pubblicato all’albo pretorio una determina di affidamento di lavori per 366mila euro nel Pronto Soccorso dell’ospedale di Civitanova per «il potenziamento della rete ospedaliera per emergenza Covid prevedendo, tra gli altri interventi, la ristrutturazione dei Pronto Soccorso con l’individuazione di distinte aree di permanenza per i pazienti sospetti Covid o potenzialmente contagiosi, in attesa di diagnosi». Sempre oggi l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato finita l’emergenza Covid.

Oggi si arriva all’affidamento dell’esecuzione dell’appalto ma l’operazione nasce con la delibera assunta nel giugno del 2020 dall’allora giunta regionale a guida Ceriscioli, poi ci sono state determine varie. Sono passati tre anni e fortunatamente è passata anche l’emergenza Covid. L’intervento è però comunque utile: appunto per i lavori che si andranno a realizzare e per il fatto che si conferma come ci vogliano anni per opere anche di piccolo rilievo. Giusto ricordarlo a quanti – anche dell’attuale maggioranza regionale – ai tempi del Covid hospital di Civitanova dicevano che si potevano fare altri interventi in pochi mesi iniziando dai due piani non ultimati dell’ospedale cittadino. L’appalto dei lavori al Pronto soccorso è stato affidato al Consorzio Integra di Bologna, il costo del servizio di progettazione è di 40mila euro.

Sul fronte delle risorse umane ci sono altre determine. La prima è per l’accettazione delle dimissioni presentate da Francesco Brambatti, medico di assistenza primaria a ciclo di scelta convenzionato a  Belforte. L’altra è un incarico professionale per il servizio ambulatoriale di Oculistica. A seguito della rinuncia da parte di specialisti nella branca di oculistica si sono rese vacanti 26 ore: dopo alcuni tentativi a vuoto, ora c’è stata la dichiarazione di disponibilità da parte della dottoressa Virginia Marruso per 17 ore settimanali. Il servizio sarà attivato dal prossimo giugno: martedì dalle 8 alle13 al poliambulatorio di Camerino e dalle 14 alle 19 al poliambulatorio di Matelica, il mercoledì dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle16 nel poliambulatorio di Camerino.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X