Sanità: anno nuovo, stesse criticità
Riparte la ricerca di medici,
quattro i reparti scoperti

MACERATA - Nuovi bandi dell'Ast per Anatomia patologica, Medicina d'urgenza, Cardiologia e Malattie infettive. E' richiesta la specializzazione, mentre per i dottori delle coop assunti nei pronto soccorso non serve. La carenza di personale continua
- caricamento letture
draisci-montaggio

Il commissario straordinario dell’Ast Antonio Draisci

 

di Luca Patrassi

L’anno che verrà. Si potrebbe partire dalla canzone di Lucio Dalla o dai pensieri di Giacomo Leopardi per cercare di spiegare le mosse dell’azienda sanitaria territoriale di Macerata che cambia sigla e loghi ma non il modo di operare. Mancano i medici specialisti, alcuni reparti registrano pesanti carenze di organico, i pochi posti a tempo indeterminato che si mettono a concorso non vengono tutti coperti per diverse motivazioni (la carenza appunto di specialisti, il fatto che i pochi che ci sono scelgono le sedi più attrattive) e l’Ast di Macerata apre il 2023 con la solita determina che annuncia il solito avviso pubblico di ricerca di medici a tempo determinato per le specialità più in emergenza, le solite. Sembra di essere alla fine dell’anno, allo scambio degli auguri, ovviamente i migliori possibili pur sapendo che miracoli non se ne fanno. Dunque anche il nuovo commissario straordinario dell’Ast di Macerata si inserisce in un filone seguito (inutilmente) da anni: quello della ricerca di personale a tempo determinato (neanche a tempo indeterminato) per alcune specialistiche che sono in emergenza in tutto il Paese e qui, forse, anche di più per effetto del fatto che si continua a non ottimizzare i servizi e le risorse umane disperdendole nel territorio, in alcuni casi per servizi quasi per nulla frequentati dagli utenti.

Ecco comunque l’ultima determina dell’Ast di Macerata. La Direzione dell’Azienda Sanitaria Territoriale ha conferito mandato all’unità operativa Risorse Umane «per l’indizione – si legge nell’atto – di un avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarichi a tempo determinato a dirigenti medici in varie discipline, su posti vacanti in organico nelle more della copertura a tempo indeterminato, al fine di garantire il regolare funzionamento delle attività assistenziali secondo gli standard quali-quantitativi previsti dai Lea». Anche questa ultima frase, “il regolare funzionamento” ricorre negli atti da almeno un paio di anni a questa parte e siccome i numeri non cambiano, speriamo che il regolare funzionamento dell’attività sia rimasto. Ecco comunque le discipline oggetto della ricerca di medici. Anatomia Patologica: posto vacante nelle more della copertura a tempo indeterminato; Cardiologia, posti vacanti nelle more della copertura a tempo indeterminato; Medicina d’emergenza-urgenza, posti vacanti nelle more della copertura a tempo indeterminato; Malattie Infettive, posti vacanti nelle more della copertura a tempo indeterminato.

L’anno che verrà, o quello che è appena, iniziato, ci si augura sarà migliore del precedente e dunque all’avviso pubblico risponderanno decine e decine di specialisti. Non come quei concorsi in cui sono di più i componenti della commissione esami che i partecipanti. Il 2023 andrà sicuramente meglio del 2022 anche se il bando contiene la conferma del dogma della infallibilità della burocrazia pubblica: per la Medicina di Urgenza è (e per le altre specialistiche) è richiesta la specializzazione o l’iscrizione agli ultimi due anni della Scuola di specializzazione, quella stessa specializzazione che la stessa azienda sanitaria invece non ha chiesto alle cooperative per coprire i turni nei Pronto Soccorso, pur pagando il quadruplo (rispetto ai dipendenti) i medici targati Coop.

Articoli correlati




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X