Indagine sulla casa di riposo Porcelli
dopo le morti degli ospiti

TOLENTINO - La procura ha dato incarico all'Asur di verificare il rispetto delle norme. Si tratta di accertamenti preventivi, che vengono svolti anche alla Gervasi di Porto Recanati, e non ci sono indagati. La struttura ha assunto nuovo personale per assistere gli anziani. Il Comune: «Due ispezioni a gennaio dell’Asur e del Dipartimento di Prevenzione, non hanno rilevato alcuna difformità procedurale»
- caricamento letture
medici-militari-casa-riposo-tolentino-2-650x433

I medici militari a Tolentino

 

La procura ha aperto un fascicolo sulla casa di riposo di Tolentino dove diversi ospiti sono morti nelle ultime settimane. Non è specificato un reato e non ci sono indagati ma si tratta di un accertamento preliminare per comprendere se nella struttura siano state rispettate le norme. La casa di riposo Porcelli è stata travolta nelle scorse settimane da moltissimi contagi (tutto sarebbe partito, da quanto sin qui emerso, da una consegna di generi alimentari). Sono arrivate a 80 le persone contagiate, su 86 ospiti. Sono almeno dodici gli ospiti che sono deceduti nella struttura, che erano positivi al Covid. Una lunga serie di nomi di persone morte con i parenti di alcune delle vittime che hanno fatto richiesta delle cartelle cliniche (altri hanno annunciato questa intenzione). Le indagini sono in mano al sostituto Enrico Barbieri e sono state delegate al Servizio Psal dell’Asur. Accertamenti che sono in corso anche in altre strutture per persone anziane dove si sono verificate morti, è il caso della casa di riposo Gervasi di Porto Recanati. A Tolentino intanto è arrivato nuovo personale per accudire gli ospiti. Tra dicembre e questa settimana è stato assunto nuovo personale: si tratta di dieci operatori socio sanitari. Nella struttura sono arrivati anche medici dell’Esercito per assistere gli anziani.

In merito agli accertamenti disposto dalla procura, il Comune spiega: «L’Asp Porcelli è stata interessata, lo scorso 3 dicembre, poco prima dello scoppio del focolaio, da una ispezione di controllo ordinaria dei Nas dove è stata evidenziata la piena conformità della struttura in merito a tutte le norme di prevenzione anticontagio da Covid. Durante il focolaio – continua il Comune – i medici dell’Usca sono intervenuti per la presa in carico dei pazienti positivi e inviati dal Distretto sanitario già dal 28 dicembre. Inoltre si sono susseguite due ispezioni dell’Asur e del Dipartimento di Prevenzione che non hanno rilevato alcuna difformità procedurale e che si sono concentrate esclusivamente, alla luce dell’evoluzione dei contagi, al perfezionamento dei percorsi di accesso alle zone Covid. Queste ispezioni hanno avuto luogo l’8 e il 20 di gennaio».

(Gian. Gin.)

Casa di riposo Gervasi: altre due morti C’è un’inchiesta della procura, ospiti verso il trasferimento

Dramma nella casa di riposo, altri quattro morti a Tolentino

Quattro morti col Covid in provincia: altra vittima alla Porcelli

Focolaio e morti alla casa di riposo «Non è il momento di attribuire colpe»

Tolentino, arrivati alla casa di riposo un medico e tre infermieri dell’Aeronautica

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X