Prende il Covid in ospedale,
si spegne dopo 10 giorni
Prima di morire la chiamata dei familiari

MACERATA - Pierina Virgili aveva 82 anni. Era stata ricoverata in Cardiologia per un controllo, quando doveva essere dimessa è risultata positiva al tampone. Il ricordo della nipote Elisa: «Proteggete i vostri anziani, stanno morendo le belle generazioni. Io l'ho fatto finché è stata vicino a me»
- caricamento letture

 

Covid_CroceRossa_ExMalattieInfettive_FF-1-650x433

Ambulanza e infermiere alla ex palazzina di Malattie infettive

 

di Gianluca Ginella

Le voci della nipote Elisa e dei suoi familiari sentite per telefono questa mattina, poi poche ore dopo Pierina Virgili, 82 anni di Pollenza, si è spenta nella ex palazzina di Malattie infettive di Macerata. Lì era ricoverata da diversi giorni. Una fine drammatica quella di Virgili che era andata in ospedale l’11 novembre per un problema cardiaco, era stata ricoverata in Cardiologia per fare dei controlli, visto che anche in passato aveva avuto dei problemi, e lì ha contratto il Covid. I familiari della 82enne avevano spiegato che quel ricovero in Cardiologia era stato suggerito da un medico che aveva garantito di non preoccuparsi perché il reparto era controllatissimo. E invece l’anziana, dopo le cure, quando ha fatto il tampone in vista delle dimissioni, il 18 novembre, è risultata positiva al Covid (il test quando era entrata era ovviamente negativo). A quel punto era stata trasferita alla ex palazzina di Malattie infettive di Macerata. E per i familiari, il figlio Gilberto Cartechini, titolare dell’omonima ditta di climatizzatori, la figlia Tiziana, i tre nipoti (Elisa, Fabio e Maria Giulia) e il pronipote è stato l’inizio di un incubo. La donna 82enne ha iniziato così la degenza nel reparto Covid, lontana dalla sua famiglia, che non l’ha più vista dall’11 di novembre (perché ai parenti era vietato l’ingresso in Cardiologia). Sembrava andare meglio ma oggi le cose sono precipitate. Questa mattina alle 7 i famigliari, sono riusciti a parlare al telefono con Pierina. Hanno chiesto che le venisse messo vicino il cellulare e le hanno fatto sentire le loro voci, la loro presenza e tutto il loro amore. Poche ore dopo, alle 13, Pierina Virgili si è spenta.

Legatissima a lei la nipote Elisa che l’ha ricordata su Facebook. «Volevi solo rivederci, volevi solo casa tua. E invece questo virus subdolo ti ha portata via. Sei entrata solo per il tuo cuore capriccioso, ma si era risolto. Tornavi da me. E invece la tua positività. Contratta in corsia per colpa di chi non ha capito che la sanità non funziona che non puoi entrate per un controllo ed uscirne morta. La corsa, le chiamate in ogni ora del giorno. Stavi meglio, stavi reagendo, e invece niente, questo virus è bestiale e imprevedibile. Dicono patologie pregresse: dico patologia di una ottantenne, ma che ci si vive tranquillamente. Penso che tutti i nostri nonni le hanno. Sei entrata da sola non ne esci. Questa è la realtà. Proteggetevi e proteggete loro, sono il nostro passato, sono le generazioni quelle belle che stanno morendo. Io l’ho fatto fino a che stava con me. Dopo sono divenuta impotente. In 15 giorni tutto è cambiato. Fai buon viaggio mia maestra di vita, ti porterò nel cuore con tanto dolore. Abbracciati con nonno, il tuo grande amore».

«Ricoverata in Cardiologia, ha il Covid» Donna di 82 anni in semi intensiva

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X