«Hanno rubato la foto di Pamela,
non c’è pietà neanche del ricordo»

MACERATA - La famiglia denuncia la scomparsa dell'immagine dal tronco dell'albero nel giardino davanti la "casa degli orrori" in via Spalato. «Perchè non la lasciate in pace?»
- caricamento letture

 

furto_giardino_pamela-2-488x650

La foto di Pamela era in alto sul tronco dell’albero

 

«Rubata la foto di Pamela dal “suo” albero davanti la casa degli orrori, perché non la lasciate in pace?». A denunciarlo è la famiglia di Pamela Mastropietro in un post su Facebook in cui si rivolge a chiunque sia stato. «Perché lo hai fatto? Che fastidio ti dava? Perché, ancora, questo disprezzo?

pamela-7-325x209

La foto posizionata in passato sul tronco ora non c’è più

Forse sei uno di quelli che pensa e, magari, scrive pure sui social di “lasciare stare questa ragazza”, quando viene portata come simbolo, in quanto vittima della lotta contro certe piaghe, ossia lo spaccio di sostanze stupefacenti, l’immigrazione irregolare che, proprio per come è gestita, causa sofferenza a chi la subisce, pur avendo diritto alla protezione internazionale, e causa un aumento della criminalità organizzata etnica nel nostro Paese, come in altri e la mafia nigeriana? Salvo poi non lasciarla stare in pace te, non avendo pietà neanche del ricordo di una giovane ragazza, violentata, uccisa con due coltellate, disarticolata chirurgicamente, depezzata, messa in due trolley proprio lì, in uno degli appartamenti dietro quel giardino? O sei semplicemente un cretino, ma di quelli che, però, solo per quanto fatto, meriterebbero una pena severa? In tutti i casi, vergognati. Torneremo presto, Pamela, e rimetteremo la tua foto». Pamela Mastropietro è stata uccisa il 30 gennaio del 2018. Per l’omicidio è stato condannato all’ergastolo in primo grado e in appello il nigeriano Innocent Oseghale.

 

furto_giardino_pamela-1-488x650

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X