facebook twitter rss

«Non ci aspettavamo condanna
per la violenza sessuale»

SENTENZA OSEGHALE - I legali del 31enne nigeriano condannato all'ergastolo: «Abbiamo buone argomentazioni per l'appello». Trasmessi gli atti in procura per il pentito Vincenzo Marino e il taxista camerunense. VIDEO
mercoledì 29 Maggio 2019 - Ore 22:28 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
541 Condivisioni

Gli avvocati Simone Matraxia e Umberto Gramenzi

 

«Non ci aspettavamo la condanna anche per la violenza sessuale. Abbiamo buone argomentazioni da presentare in appello». Così gli avvocati Simone Matraxia e Umberto Gramenzi hanno commentato la sentenza all’ergastolo per il nigeriano Innocent Oseghale che era accusato dell’omicidio di Pamela Mastropietro, uccisa il 30 gennaio 2018 a Macerata. «Il delitto di violenza sessuale non c’è a nostro avvio. Non c’erano elementi per condannare l’imputato per la violenza sessuale – dice l’avvocato Gramenzi – e questo ha fatto scattare la pena dell’ergastolo perché il delitto sarebbe stato commesso per la violenza sessuale». «In appello ci aspettiamo di far valere le nostre motivazioni, abbiamo buone argomentazioni – ha detto l’avvocato Matraxia –. La decisione dell’assise mi ha lasciato stupito, la rispetto, aspettiamo le motivazioni ma credo ci sia ancora molto da dire e molto da fare». I giudici nella sentenza con cui questo pomeriggio alle 19,54 hanno condannato Oseghale all’ergastolo, hanno inoltre disposto la trasmissione degli atti alla procura per il pentito Vincenzo Marino, che aveva testimoniato in aula dicendo che Oseghale gli aveva confessato l’omicidio e per il taxista camerunense Noutong Tchomchoue Per entrambi dovrà essere valutato se vi siano profili di reato in base a quanto hanno testimoniato. In serata ha commentato la sentenza anche l’onorevole Giorgia Meloni: «Giustizia è fatta. Ora marcisca in carcere. Lo dobbiamo a Pamela, ai suoi familiari e a tutte le vittime di violenza da parte di chi non dovrebbe nemmeno essere in Italia».

(Gian. Gin.)

(foto Falcioni)

ERGASTOLO A OSEGHALE «Ha ucciso Pamela»

Alessandra Verni sommersa di abbracci: «Fuori uno, adesso tocca agli altri» (Video)

Giorgio: «E’ stato un lavoro di squadra» Roberti: «Encomio per chi ha indagato»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X