«Micro zone rosse nelle Marche:
possibile, ma per ora sono ipotesi»

COVID - Il governatore Francesco Acquaroli al termine del Consiglio regionale ha spiegato che il nuovo Dpcm preve la possibilità di adottare particolari restrizioni in zone a rischio: «Speriamo non sia necessario»
- caricamento letture
acquaroli-34-650x510

Il governatore Francesco Acquaroli

 

Ipotesi micro zone rosse nelle Marche, a dirlo il governatore Francesco Acquaroli. «In questo momento non siamo tra le regioni considerate con il contagio più alto, però questo non ci deve tranquillizzare. Dobbiamo mettere in campo tutte le attenzioni possibili» ha detto Acquaroli dopo la seduta del Consiglio regionale che si è svolta oggi pomeriggio. Il governatore ha aggiunto che «Nel nuovo Dpcm in valutazione negli uffici della nostra regione ci potrebbe essere la possibilità di chiudere i centri commerciali nelle giornate di sabato e domenica per evitare assembramenti, e la limitazione della viabilità di comunicazione per alcune realtà dove l’indice può essere più elevato: quindi la creazione di micro zone rosse dove si accede e si esce solo per motivazione di lavoro o legate alla salute. Però – ha spiegato – queste sono ipotesi, lasciamole come ipotesi». Il governatore, che ieri aveva firmato una ordinanza per disporre la didattica a distanza al 100% negli atenei, ha aggiunto che comunque le micro zone rosse «Se sarà necessario potranno essere messe in campo, speriamo di no».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X