Commercianti, niente scherzetto:
bar e ristoranti rispettano il “coprifuoco”

CIVITANOVA - Niente apertura passate le 18, cade nel vuoto l'annuncio che era stato fatto durante la manifestazione di martedì. Dopo un pomeriggio in cui in giro c'erano tanti bambini per Halloween, in serata le vie si sono svuotate
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
civitanova-vuota-sabato-post-decreto-3-piazza-conchiglia-650x488

Piazza Conchiglia questa sera

 

di Laura Boccanera

Locali chiusi, nessuno aderisce alla protesta del #Civitanovanonchiude. La rabbia della piazza che aveva urlato la propria frustrazione dopo l’uscita del decreto del premier Conte non si è tradotta nell’inosservanza della legge.

civitanova-vuota-sabato-post-decreto-8-la-serra-325x244

La Serra

L’appello a trasgredire il provvedimento è rimasto sospeso tra le parole di piazza XX Settembre e non si è concretizzato nei fatti. I ristoratori hanno invece accolto l’appello al buonsenso e rispettato il “coprifuoco” dalle 18. La città però inizia a svuotarsi attorno alle 20. La giornate tersa e mite e l’ormai radicalizzata moda del “dolcetto o scherzetto” hanno radunato nel pomeriggio frotte di giovani e di ragazzini per Halloween nei negozi del corso e del centro. Anticipato l’aperitivo con i locali pieni già dalle 16. Ma alle 20 hanno chiuso tutti. Pochi anche quelli aperti solo per l’asporto come consente la legge. Chi fa grandi numeri come La Serra, il locale della movida per eccellenza era proprio chiuso: cancello sbarrato, si punta sul pranzo. Nelle strade del centro il via vai all’ora di cena è pressoché nullo. Qualche fila fuori da piadinerie e paninoteche e pizzerie per l’asporto, ma numeri irrisori per una città come Civitanova. Piazza Conchiglia, piena nel pomeriggio si svuota per la cena e per il dopo. Insomma la protesta dei ristoratori con la raccolta firme dedicata a chiedere la disapplicazione del decreto di fatto si è sgonfiata. Eppure in piazza martedì si erano radunati oltre 600 persone fra ristoratori e commercianti. Una mobilitazione che ha mosso anche il sindaco Fabrizio Ciarapica che però ha ribadito che non avrebbe firmato delibere contro il dpcm e invitato tutti alla moderazione. In serata è stato predisposto un servizio delle forze dell’ordine per presidiare e pattugliare il territorio. In campo questa sera polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia municipale.

civitanova-vuota-sabato-post-decreto-7-via-pola-650x488

Before, via Pola

civitanova-vuota-sabato-post-decreto-5-la-galleria-650x488

La Galleria

civitanova-vuota-sabato-post-decreto-2-corso-umberto-650x488

Corso Umberto I

civitanova-vuota-sabato-post-decreto-4-piazza-conchiglia-notte-polizia-municipale-650x488

Piazza Conchiglia

civitanova-vuota-sabato-post-decreto-1-650x488

Corso Dalmazia

La protesta dei commercianti: oltre 500 scendono in piazza «Sabato restiamo aperti»

 

Protesta operatori di sport e palestre «Non ci siamo ripresi dal lockdown» (Foto/video)

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X