«La Lega chiede i voti della sinistra?
Come offrire a un vegetariano
un panino con la porchetta»

COMUNALI 2020 - Il segretario del Pd Stefano Di Pietro commenta l'insolito appello al voto del commissario del Carroccio Riccardo Marchetti e poi replica ad Andrea Marchiori: «Nessuno scandalo nella nomina di Sonia De Gaetano all'Ircr, è a titolo gratuito». Angelo Sciapichetti sull'uscita di Andrea Crippa che ha paragonato quartieri di Macerata alla Nigeria: «Chieda scusa per quello che ha detto»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
assemblea-provinciale-pd-sciapichetti-civitanova-FDM-2-325x217

Angelo Sciapichetti

 

di Federica Nardi

«L’onorevole Crippa potrebbe vergognarsi da solo per quello che ha detto e trovare di conseguenza, anche la forza di chiedere scusa alla città». A dirlo Angelo Sciapichetti, assessore regionale uscente del Pd, in riferimento all’uscita razzista del vice segretario federale della Lega, Andrea Crippa, in visita ieri a Macerata per sostenere il candidato sindaco del centrodestra Sandro Parcaroli. La frase incriminata, riportata anche da Cronache Maceratesi, è “a Macerata ci sono quartieri dove sembra di essere in Nigeria”, intendendo il paragone in termini di spregio e aggiungendo anche riferimenti alla paura delle persone di uscire di casa. Il tutto condito da affermazioni generaliste e xenofobe sugli immigrati.

Lega_Parcaroli_FF-6-325x217

Andrea Crippa ieri a Macerata

Una frase che Sciapichetti definisce «una stupidaggine grande come una casa che offende l’intelligenza di ogni maceratese» e chiede al candidato Parcaroli di «fargli conoscere bene la città portandolo magari a fare un giretto». Tra i commenti al post di Sciapichetti anche quello di Mario Iesari, assessore comunale uscente e ora candidato consigliere con il Pd in sostegno di Narciso Ricotta: «E’ una battuta che trasuda ignoranza e razzismo. Solo pochi anni fa sarebbe stato impensabile che un esponente di uno dei principali partiti del nostro paese potesse esprimersi in questo modo. Speriamo che la maggior parte dei cittadini maceratesi dimostrino di non voler a che fare con persone del genere». Nessun commento invece dal segretario del Pd Stefano Di Pietro, candidato consigliere a Macerata.

PD_Lista_FF-3-325x217

Stefano Di Pietro

Di Pietro risponde invece a Riccardo Marchetti, coordinatore regionale del Carroccio che ieri, nella stessa occasione della visita di Crippa, ha invitato anche chi si ritiene di sinistra a votare la Lega. «Nessuno può negare che in un partito o in uno schieramento vi siano aspetti che vanno meno bene di altri. Ma sono convinto che si possano e si debbano migliorare lavorando all’interno. Mi chiedo come Riccardo Augusto Marchetti possa collaborare al miglioramento della sinistra dalle file della Lega, che si trova idealmente e ideologicamente dalla parte opposta. Sarebbe come offrire a un vegetariano un panino con la porchetta, solo perché il tovagliolo è biodegradabile. Quanto alla nomina di Sonia De Gaetano dirigente del Partito democratico maceratese al Ircr sventolata da Andrea Marchiori come scandalosa, gli ricordo che si tratta di un incarico a titolo gratuito, conferito ad un’esperta della comunicazione in un organismo chiamato a gestire la casa di riposo in tempo di Covid, con tutte le responsabilità che questo comporta. Ma la fede di Andrea Marchiori? Forse, più semplicemente, non sa di non sapere. La malattia del non sapere è abbastanza diffusa, nel suo schieramento. Tuttavia, in questa circostanza, sarebbe per una volta meno grave».

Lega, appello ai delusi di sinistra: «Qui troverete quella visione sociale che c’era prima del Pd»

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X