Elezioni comunali - risultati in tempo reale

La Città di Tutti tra passato e futuro:
«Altri illudono i cittadini,
da noi risposte concrete e semplici»

MACERATA 2020 - Presentata la civica a sostegno del candidato sindaco del centrosinistra. Ecco tutti i papabili consiglieri. L'attacco di Luciano Pantanetti: «Si legge e si sente dire di tutto in questa campagna elettorale, ma nessuno spiega come poi realizzare quei progetti. Questa è solo propaganda». Narciso Ricotta: «Sul sociale grandi investimenti sono stati fatti ma serve fare un ulteriore salto di qualità che passa attraverso l’istituzione di un assessorato dedicato alla Famiglia»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

La squadra de La Città di Tutti con il candidato sindaco Narciso Ricotta

 

di Mauro Giustozzi (foto di Fabio Falcioni)

Sulla scia del lavoro fatto nei precedenti 5 anni, completare i progetti in campo e guardare ad una città dove i servizi siano più efficienti e costino il meno possibile ai maceratesi. Con la persona al centro del progetto. Si presenta così la lista civica La Città di Tutti, la più vicina all’amministrazione uscente delle otto liste a sostegno di Narciso Ricotta sindaco, che stamattina ha presentato i candidati in lizza alle prossime elezioni comunali. Diversi volti noti, come quelli di Francesco Baldantoni, Marika Marcolini, Marco Menchi e Luciano Pantanetti ma in numero maggiore coloro che per la prima volta si affacciano alla ribalta politica cittadina.

Francesco Baldantoni

«Il rinnovamento è nella nostra lista –ha sottolineato Francesco Baldantoni– in un percorso che coinvolge nuovi cittadini che sono alla prima esperienza e provengono da settori diversi della società. E’ un progetto civico che prosegue dopo la positiva esperienza dei primi 5 anni che ci ha visto mettere sul tavolo proposte per migliorare la qualità della vita dei maceratesi. Una civica la nostra dove la politica è fatta col contributo di tutti». A testimoniare questo rinnovamento l’intervento di due volti nuovi tra i molti che si sono affacciati nella Città di Tutti. «Io voglio portare l’esperienza maturata in ambito scolastico –ha detto Vanessa Farneti– a beneficio di un benessere psichico, fisico e sociale dei nostri giovani. La fase adolescenziale è quella più critica nella vita dei ragazzi ed è necessario che ci sia un’attenzione particolare per affrontare tante tematiche come quelle legate alle dipendenze, alla prevenzione in tanti ambiti cui si affacciano i nostri studenti. Poi dico anche benessere ambientale, con i parchi che devono diventare salotti all’aperto e panchine che da posizionare in più punti della città. Tramite l’esperienza che faccio in Avulss dico anche che è necessario essere più vicini a chi ha più bisogno, sia a livello economico che psicologico».

Luciano Pantanetti, Francesco Baldantoni e Narciso Ricotta

Dal canto suo Riccardo Carota, 21enne promotore della pagina internet “visitMacerata” che si rivolge ai coetanei ha affermato come «possa esistere lo spazio per una promozione della città fatta dai giovani verso i giovani cosa che stiamo facendo sul digitale per attirare un turismo giovanile e dimostrare che Macerata può essere una meta appetibile anche per questa generazione». Critico l’intervento di Luciano Pantanetti nei confronti degli altri candidati sindaci che mettono in campo delle proposte, secondo il suo pensiero, che poi non hanno le gambe per camminare illudendo così i cittadini. «Si legge e si sente dire di tutto in questa campagna elettorale –ha affermato l’ex presidente del Consiglio comunale e candidato alle primarie – ma nessuno spiega come poi realizzare quei progetti, con quali modalità. Dico allora che questa è solo propaganda. Il Comune è un ente locale con specifiche competenze e prerogative, non può intervenire su tutto. Deve dare risposte concrete e semplici ai cittadini. Ad esempio noi proponiamo che il trasporto scolastico per gli studenti delle scuole comunali sia gratuito, ma lo abbiamo fatto dopo aver calcolato costi e benefici di questa proposta. L’amministrazione può intervenire sui servizi come asili, trasporto urbano, raccolta rifiuti agevolando questi e altri settori, cercando di offrire qualità al prezzo più basso possibile ai maceratesi. Vogliamo portare a termine progetti che noi stessi abbiamo avviato e che possono cambiare ancora Macerata: parlo dell’intervalliva via Mattei-la Pieve, del Centro Fiere di Villa Potenza, del restyling dello stadio della Vittoria per citarne solo alcuni. Chiudo dicendo che la nostra città ha tre eccellenze che la qualificano come capoluogo provinciale: l’università, il tribunale e quello che sarà il nuovo ospedale alla Pieve».

Narciso Ricotta

A chiudere la presentazione della lista La Città di Tutti è stato Narciso Ricotta che ha chiesto ai candidati di farsi portatori di quanto di buono è già stato fatto in questi 5 anni. «Il buon lavoro svolto dall’amministrazione è sotto gli occhi di tutti –ha affermato il candidato del centrosinistra- ed a questo avete contribuito in modo determinante anche voi. Per il futuro vogliamo ripartire dalla sicurezza nelle scuole con una mappatura sismica degli edifici: nei primi 100 giorni del mandato mettere mano alle scuole del Convitto e delle Vergini. Sul sociale grandi investimenti sono stati fatti ma serve fare un ulteriore salto di qualità che passa attraverso l’istituzione di un assessorato dedicato alla Famiglia. Macerata ha oggi una vocazione turistica che non aveva 10 anni fa. Vogliamo implementarla sfruttando ancor di più e meglio la figura di Padre Matteo Ricci che può aprire sbocchi turistici verso l’oriente. E’ chiaro che il programma su cui stiamo lavorando è diverso da quello di 10 anni fa e serve una nuova squadra per gestirlo. Un sindaco per costruire il nuovo bisogna che conosca il presente. In questa lista esiste un senso di comunità dove prevale il noi mentre in altri schieramenti politici impera l’io. Manterremo l’impostazione di scelte che dovranno essere sempre condivise coi cittadini e per far questo punterò anche sulla creazione, su base volontaria, di Comitati di quartiere e della giunta itinerante che abbiamo già sperimentato in questi anni».

Questo l’elenco dei candidati de La Città di Tutti: Francesco Baldantoni, Antonella Battistelli, Giancarlo Beccacece, Giacomo Berdini, Paolo Bettucci, Luciano Borgiani, Riccardo Carota, Marco Compagnucci, Vanessa Farneti, Andrea Giuliodori, Aurora Lomeo, Marika Marcolini, Marco Menchi, Francesco Migliorelli, Giada Palmieri, Luciano Pantanetti, Giorgio Ripari, Eleonora Rita, Simone Santucci, Alessandro Seri, Ilaria Silvestri, Annalisa Tartari, Sara Ventura.

 

Paolo Bettucci e Giorgio Ripari

A sinistra, l’assessore uscente Marika Marcolini

Marco Menchi

Francesco Baldantoni e Narciso Ricotta

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X