Giorgia Meloni a Civitanova:
«Dalla Puglia alle Marche,
governeremo l’Adriatico» (Foto)

REGIONALI - La leader di Fratelli d'Italia oggi pomeriggio ha incontrato i pescatori e la marineria: «Francesco Acquaroli è la persona giusta per dare valore alle Marche, una persona che ha fatto tutta la trafila della militanza politica e tutta la gavetta. Il Pd qui non ha mai pensato alla gente ma solo a rafforzare la rete di potere»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

meloni-civitanova-FDM_5-650x488

 

di Laura Boccanera (foto di Federico De Marco)

«Creare una filiera di governo, già governiamo l’Abruzzo, abbiamo scelto anche la Puglia e le Marche per guidare la coalizione di centrodestra così da creare una filiera di sviluppo sul versante Adriatico». Così Giorgia Meloni oggi pomeriggio a Civitanova dove è stata fino alle 17,30 per poi partire per Macerata. Un incontro allo chalet I due re per parlare con i pescatori e con la marineria e per incontrare la cittadinanza. Circa 400 secondo la Questura i partecipanti al comizio.

meloni-civitanova-FDM_3-325x244Un tour iniziato questa mattina a Pesaro per la leader di Fratelli d’Italia. Sul lungomare c’è tutto il partito riunito: Carlo Ciccioli ex coordinatore regionale di Fdi, la consigliera regionale Elena Leonardi, Emanuele Prisco commissario regionale, Massimo Belvederesi coordinatore provinciale, Pierpaolo Borroni, assessore e candidato consigliere, oltre a tutti i consiglieri e militanti da tutto il maceratese e fermano. Arriva anche il candidato presidente Francesco Acquaroli per il quale Meloni ha espresso parole di stima e apprezzamento. «Vogliamo guidare le Marche con persone capaci, come capace è Marco Marsilio, il governatore dell’Abruzzo e come lo è Raffaele Fitto e Francesco Acquaroli – ha detto Meloni -. Nonostante la sua giovane età è già stato consigliere comunale, sindaco, consigliere regionale, ora è parlamentare. Ha fatto tutta la trafila della militanza politica e tutta la gavetta. E questo è un valore. Uno non vale uno. Prendere uno che viene dalla strada e ha preso 14 voti non è come prendere chi invece è stato fra la gente e ne ha ascoltato i problemi».

Nel comizio affrontati i temi chiave della campagna elettorale, a partire dalle infrastrutture: «Le Marche sono al centro dell’Italia ma lontane da tutto», dice, e poi la sanità, le imprese e il turismo: «Fuori dalla Marche non vi conosce nessuno e non perché non lo meritiate ma perché nessuno ha investito sul marchio, perché la sinistra ha smesso di governare convinta che sarebbe stata votata comunque. E così hanno smesso di governare e fare gli interessi della gente e sono stati interessati solo a rafforzare la rete di potere». Dopo il comizio Meloni si è intrattenuta in un’altra area dello chalet con alcuni esponenti della marineria assieme al consigliere comunale Francesco Caldaroni armatore e presidente dell’associazione marinerie d’Italia per discutere dei problemi del settore pesca e, a margine dell’incontro ha risposto anche ad alcune domande rispetto all’ambizione della Lega di essere il primo partito della Regione: «Dipende dai cittadini delle Marche – ha risposto – l’ importante è che la coalizione arrivi prima perché il mio obiettivo è governare per cinque anni».

(Ultimo aggiornamento alle 18,30)

giorgia-meloni-fdi-caldaroni-borroni-due-re-civitanova-FDM-9-650x433

giorgia-meloni-fdi-acquaroli-caldaroni-borroni-due-re-civitanova-FDM-5-650x416

giorgia-meloni-fdi-acquaroli-caldaroni-due-re-civitanova-FDM-2-650x434

giorgia-meloni-fdi-acquaroli-due-re-civitanova-FDM-3-650x433

giorgia-meloni-fdi-acquaroli-due-re-civitanova-FDM-1-650x434

giorgia-meloni-fdi-due-re-civitanova-FDM-8-650x434

giorgia-meloni-fdi-due-re-civitanova-FDM-7-650x433 giorgia-meloni-fdi-due-re-civitanova-FDM-6-650x434 giorgia-meloni-fdi-due-re-civitanova-FDM-4-650x434

meloni-civitanova-FDM_4-650x488

 

meloni-civitanova-FDM_2-650x488

meloni-civitanova-FDM_1-650x488

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X