Raffaele Delle Fave, debutto azzurro:
«Ho visto il declino di Macerata
In Regione mi occuperò del suo rilancio»

MARCHE 2020 - L'avvocato e già assessore comunale ha inaugurato la sede elettorale. La corsa al Consiglio regionale con Forza Italia all'insegna di alcuni punti chiave: ricostruzione, agricoltura, politiche per il lavoro giovanile, semplificazione per i cittadini. «Città bloccata nei dieci anni di amministrazione Carancini»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
RaffaeleDelleFave_SedeElettorale_FF-2-650x434

Raffaele Delle Fave oggi ha inaugurato la sede elettorale in piazza della Vittoria

 

di Luca Patrassi (foto di Fabio Falcioni)

Vertici di Forza Italia schierati oggi per il debutto azzurro dell’avvocato Raffaele Delle Fave, candidato alle prossime elezioni regionali a sostegno del candidato governatore Francesco Acquaroli. Location la sede elettorale allestita in piazza della Vittoria a Macerata, protagonista appunto il citato avvocato maceratese che è stato assessore comunale ai lavori pubblici nel centrosinistra a guida Meschini.

RaffaeleDelleFave_SedeElettorale_FF-14-325x217

Michele Bacchi, Riccardo Sacchi, Raffaele Delle Fave e Francesco Battistoni

Con Delle Fave c’erano i vertici cittadino, provinciale e regionale del partito, rispettivamente Michele Bacchi, Riccardo Sacchi e il senatore Francesco Battistoni. Dire, fare. Delle Fave ha subito specificato che è uomo del fare, e di averlo già dimostrato. «Da assessore comunale sono quello che è riuscito a sbloccare i fondi per i Piani di ricostruzione, fermi da decenni, e a realizzare in quattro anni la galleria delle Fonti che resta l’opera più importante realizzata in città. Ero fuori dalla politica attiva da dieci anni, gli anni, per capirsi, dell’amministrazione a guida Carancini. Ho visto il centro storico con le attività chiuse, la desertificazione. Da maceratese soffro nel vedere la città ridotta così, dunque quando meno di un mese fa l’amico Riccardo Sacchi mi ha proposto la candidatura alle regionali sono rimasto perplesso appunto per il tempo trascorso dal mio impegno attivo, ma ne sono stato contento ed ho subito accettato. Non ho fatto alcun calcolo elettoralistico, non ho chiesto chi ci fosse in lista, non ho avuto alcun dubbio: io ci sono e quando prendo un impegno lo faccio sempre con la coscienza di chi dà tutto per un obiettivo. L’obiettivo è quello di rilanciare la città e impegnarmi anche per la provincia».

RaffaeleDelleFave_SedeElettorale_FF-5-325x217

Riccardo Sacchi e Raffaele Delle Fave

Diversi gli obiettivi indicati da Raffaele Delle Fave: «La ricostruzione post sisma va affrontata seriamente, non a colpi di slogan e di cifre. Bisogna dare agli Enti locali i fondi necessari per approntare i piani necessari ad affrontare le criticità idrogeologiche determinate dal sisma, senza le quali non ci sarà mai ricostruzione. Nessun Comune autorizzerà ricostruzioni senza aver affrontato il dissesto idrogeologico. Altra cosa da fare l’istituzione di una zona franca per 5/10 anni, permettendo agli operatori di investire a medio termine nei territori del cratere. Altro fenomeno da affrontare seriamente è quello della fuga dei giovani fuori regione e all’estero alla ricerca di un lavoro adeguato. Dovremo occuparci di una rimodulazione dei Centri per l’Impiego che, così come sono, servono solo a formare un bacino elettorale per le forze di governo: prendiamo spunto da altre realtà e cerchiamo di cambiare». Un riferimento autobiografico nelle parole di Delle Fave: «Faccio l’avvocato, tutti i giorni mi rovo alle prese con norme incomprensibili, difficili da interpretare per un addetto ai lavori, figurarsi per un semplice cittadino. Ecco cerchiamo di scrivere norme per i cittadini, non per i burocrati».

RaffaeleDelleFave_SedeElettorale_FF-8-325x217

Raffaele Delle Fave

Altro riferimento: «L’agricoltura è un settore produttivo importante per le Marche, la Regione deve dare garanzie agli operatori iniziando dalle erogazioni dirette dei contributi Pac e bio». L’appello elettorale: «I tempi sono strettissimi, ma l’attenzione è grande e siamo pronti ad azioni concrete e utili per i marchigiani». Dal canto suo il commissario regionale di FI Francesco Battistoni ha osservato: «Delle Fave rappresenta pienamente la filosofia di Forza Italia: vogliamo persone competenti e capaci, non abbiamo bisogno di comparse ma di professionisti della politica per uscire dal pantano della burocrazia e delle certificazioni troppo spesso inutili. Certo le Marche sono una regione al plurale, i territori hanno tutti tradizioni e caratteristiche identitarie, ma devono diventare la base di partenza per la ricchezza di tutte le Marche, devono aprirsi, realizzare anche infrastrutture digitali. Una cosa devono smettere di fare: non riuscire a spendere i fondi europei la cui percentuale oggi, con il centrosinistra al governo, non arriva al 50%. Fi sarà la sorpresa di queste elezioni, la forza decisiva per la vittoria di Acquaroli ». Concetti ribaditi dal coordinatore provinciale Riccardo Sacchi: «Quella di oggi, con l’adesione al partito di Raffaele Delle Fave, è una bella giornata per il centrodestra, un bel segnale che conferma il buon lavoro che Forza Italia sta facendo in questa fase».

Raffaele Delle Fave candidato alle Regionali «La squadra di Forza Italia si rafforza»

RaffaeleDelleFave_SedeElettorale_FF-10-650x434

Francesco Battistoni

Raffaele Delle Fave candidato alle Regionali «La squadra di Forza Italia si rafforza»

RaffaeleDelleFave_SedeElettorale_FF-4-650x434

RaffaeleDelleFave_SedeElettorale_FF-1-650x434

RaffaeleDelleFave_SedeElettorale_FF-9-650x434

Riccardo Sacchi

RaffaeleDelleFave_SedeElettorale_FF-6-650x434

RaffaeleDelleFave_SedeElettorale_FF-7-650x434

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X