Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Salvini in pista allo Shada (video)
«Attaccano sempre me
ma sono l’unico a girare l’Italia»

CIVITANOVA - Il leader della Lega non nomina mai il candidato governatore Acquaroli ma assicura: «Nessun braccio di ferro con Fratelli d'Italia, il primo partito delle Marche saremo noi. Il 21 settembre è San Matteo, fatemi un regalo, conquistiamo questa regione»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Matteo Salvini a Civitanova

salvini-gabellieri

 

di Laura Boccanera (foto di Federico De Marco)

Arriva accolto dal coro lanciato dal commissario regionale Riccardo Marchetti “Matteo Matteo Matteo Salvini”. Allo Shada, tempio della movida civitanovese, c’è di tutto: dai vacanzieri in costume da bagno, ai giovani che si lanciano in video, riprese e foto, fino ad un nucleo di fan con le t-shirt con scritto “Processa anche me”. A Civitanova Matteo Salvini arriva dopo un bagno al mare a Porto Recanati: «mi avevano sempre portato all’Hotel House, stavolta ho voluto vedere il mare – scherza con il pubblico. Prima ancora era stato a visitare la fonderia di Fano e Falconara. Incontri nei quali Salvini fa un bagno di folla e di selfie e nel comizio torna a parlare dei temi cari alla Lega. matteo-salvini-allo-shada-civitanova-FDM-6-325x217Sul palco dello Shada, accolto da “Felicità” di Albano e da “Un giorno migliore” di Vasco come colonne sonore ci sono anche il senatore Tullio Patassini, Luca Paolini, la candidata Maika Gabellieri. Più defilato il nuovo commissario locale fresco di nomina Giorgio Pollastrelli junior. Mescolato fra il pubblico, come un simpatizzante qualsiasi, l’assessore Giuseppe Cognini, ai margini rispetto all’establishment del Carroccio.

Salvini scherza col pubblico, battute sull’Inter e poi attacca su infrastrutture, economia, turismo: «gli amici marchigiani ci chiedono di fare in fretta, chiedono strade all’altezza della Regione, un aeroporto che possa definirsi tale. Altri politici in giro per l’Italia non li vedo, sarà per questo che attaccano sempre me, se adesso qua fuori vi rubano la bici è colpa di Salvini». Passa poi al racconto della giornata: «Siamo partiti da Fano, dagli operai, ho incontrato un ragazzo che veniva da una famiglia di sinistra e mi ha detto “se mi vedesse mio padre, ma stavolta voto Lega perché il Pd mi ha messo in gabbia”. Il voto alla Lega è sui fatti e non ideologico – ha sostenuto Salvini – a Falconara una tizia col costume rosso ha detto “via i fascisti dalle spiagge”, mi sono girato e cercavo i fascisti, ma qui non ci sono i fascisti, qui ci sono marchigiani orgogliosi di essere marchigiani. Questi sono 100 anni indietro, sono tarati».

E poi ancora le case popolari prima agli italiani, la famiglia tradizionale dove c’è una mamma e un papà: «Qualcuno cerca di smontare la cellula fondamentale del Paese. Io non sono per lo Stato che entra nelle camere da letto dei cittadini, usciti da qui ognuno va a letto con chi vuole, ma rivendico il diritto dei bambini di avere una mamma e un papà». matteo-salvini-allo-shada-civitanova-FDM-5-325x217Infine anche un riferimento al processo di Catania che lo vede imputato per sequestro di persona «non ho paura di niente e di nessuno, vado a testa alta e schiena dritta»  e poi conclude: «Il 21 settembre è San Matteo, fatemi un regalo di onomastico, la conquista delle Marche dipende solo da voi donne e uomini liberi». Fin qui il comizio, poi c’è l’analisi politica: in 30 minuti di monologo Salvini è riuscito nella non facile impresa di non pronunciare mai il nome del candidato alla presidenza Francesco Acquaroli, tra l’altro non presente. Salvini come mai, ancora in atto il braccio di ferro con Fratelli d’Italia? «No no, nessun braccio di ferro, se si vince qui il presidente è lui eh, non c’è bisogno di dirlo, sono convinto che nelle Marche si vinca. Che il Pd abbia esaurito la loro spinta forza e entusiasmo, sono rimasti insulti e poco altro. La Lega sarà la prima forza politica di questa regione, stiamo già lavorando alla squadra». Sulla domanda sul sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica, papabile candidato governatore per la Lega e poi passato a Forza Italia, glissa: «Ma no, scelgono i cittadini, io sono orgoglioso delle donne e degli uomini che la Lega ha scelto di candidare e poi auguro le migliori fortune anche agli amici degli altri partiti del centrodestra, ma sta a voi guardare l’entusiasmo che c’è, sarà la Lega il motore trainante delle Marche».

ascani-salvini

Con Aldo Ascani, titolare dello Shada

 

salvini-shada-6-488x650

Il consigliere comunale Enzo Pizzicara

 

salvini-shada-7-650x488

Il nuovo commissario Lega Giorgio Pollastrelli con Maika Gabellieri

 

marchetti-shada

Riccardo Augusto Marchetti e Maika Gabellieri

salvini-shada

salvini-shada-3-650x425

salvini-shada-2-650x488

 

matteo-salvini-allo-shada-civitanova-FDM-4-650x433

salvini-shada-1-650x488

matteo-salvini-allo-shada-civitanova-FDM-2-650x433

matteo-salvini-allo-shada-civitanova-FDM-7-650x434

matteo-salvini-allo-shada-civitanova-FDM-9-650x448

Salvini, tuffo a Porto Recanati Bagno e selfie in mare (Video)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X