«Il personale del Covid center
va arruolato su base regionale»

CORONAVIRUS - Il sindacato Anaao di medici e infermieri: «Insostenibile che a far fronte alle esigenze della struttura siano solo sanitari dell’ospedale di Civitanova»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
lavori-fiera-ospedale-covid-civitanova-FDM-13-650x488

Lavori alla fiera di Civitanova

 

Al Covid center di Civitanova medici e infermieri devono essere arruolati «su base incentivata e volontaristica estesa alla possibilità di accesso da parte di tutti i medici dipendenti in forza alla sanità regionale e non che gravi solo sul personale del presidio ospedaliero di Civitanova». Così il sindacato di medici e infermieri Anaao Assomed Marche (660 gli iscritti). «Siamo convinti e l’abbiamo rappresentato già in più sedi – dice il segretario regionale Oriano Mercante – che la lotta al Coronavirus si vinca con un’azione di intervento precoce territoriale sui primi sintomi dei pazienti ottenendo così il risultato di arrivare il meno possibile all’utilizzo del mezzo estremo delle pratiche rianimatorie. Avevamo proposto soluzioni alternative che speriamo vengano considerate in un prossimo futuro». Si tratta di aumento di posti letto in ogni Area vasta, «magari utilizzando i piccoli ospedali – spiega Mercante –, che passata l’attuale emergenza avrebbero potuto essere utilizzati per decongestionare le unità di degenza nei ricorrenti picchi di ricovero invernale ed estivo. Nell’Area Vasta 3 si è già impegnati con più strutture dedicate al Covid e pretendere esclusivamente dai medici del presidio ospedaliero di Civitanova di sopperire alle esigenze della nuova struttura rianimatoria Covid diventa insostenibile». Mercante aggiunge che «Serpeggia legittimo malumore tra il personale di Civitanova per la mancanza di chiarezza circa le scelte in termini di programmazione e gestione del personale a tutela dei colleghi che sono già stati reclutati in maniera peculiare e costrittiva per fronteggiare l’emergenza Covid nella fase iniziale. Anaao si muoverà nelle sedi idonee per difendere i legittimi diritti dei colleghi».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X