Bocelli entra nel Progetto Fiera,
la sua fondazione raccoglie fondi

CIVITANOVA - Il tenore ha confermato la sua disponibilità. La presenza di altre realtà potrebbe stimolare l'intervento di chi non gradiva il passaggio di fondi esclusivamente dall'Ordine di Malta
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Bocelli

 

di Luca Patrassi

Si amplia, con una firma prestigiosa, il fronte delle fondazioni che raccolgono donazioni da destinare al progetto di realizzazione dei novanta posti letto di terapia intensiva per pazienti Covid 19 nei locali della fiera di Civitanova. A comunicare la propria disponibilità alla Regione è la Andrea Bocelli Foundation che pure si era già mossa nel territorio marchigiano a sostegno di progetti legati alla ricostruzione post sisma, da Sarnano a Camerino passando per Muccia. La presenza di altre fondazioni potrebbe stimolare l’intervento di quanti finora non si erano mossi non gradendo l’unica possibilità di scelta individuata dalla Regione

Ora appunto l’Abf si muoverà con l’obiettivo di realizzare un’opera di rilievo regionale sul fronte dell’assistenza ai contagiati da Covid 19. Lo farà allargando il fronte delle fondazioni impegnate, visto che il progetto ha visto muoversi già il Cisom, il Corpo italiano di soccorso dei Cavalieri di Malta arrivato con il gruppo specialista in emergenza che fa capo all’ex guida della Protezione civile nazionale Gudo Bertolaso, contattato dal governatore Ceriscioli appunto per definire l’operazione Civitanova sull’esempio della struttura realizzata a Milano.

La fiera di Civitanova oggi, ancora tutto fermo (foto De Marco)

Si tratterà di una struttura modulare che sarà interamente o quasi riutilizzalibile, i pannelli modulari resteranno alla Protezione civile mentre le apparecchiature sanitarie resteranno nella proprietà dell’Asur. Appena sarà firmata la convenzione e archiviata la parte delle autorizzazioni amministrative, la palla passerà allo staff di Bertolaso che è pronto a partire. L’assessore regionale Sciapichetti: «C’è una partecipazione importante alla raccolta di fondi anche in termini numerici e questo vuol dire che le Marche hanno una popolazione solidale capisce la grave situazione». Premiato anche l’impegno del sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica che ha subito dato la massima disponibilità per sostenere l’opera.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X