Marinelli su Civita Park:
“Il Comune annulli la convenzione
con il gestore del Palas”

CIVITANOVA - L'ex sindaco critica la vicenda che scuote la città alludendo ad un contributo di 70mila euro. "Sono questioni da Corte dei conti"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Erminio Marinelli

Erminio Marinelli

di Laura Boccanera

«Sospendere subito la convenzione che lega Comune e gestore del palazzetto. Sono sconcertato del fallimento della Civita Park e di come si è gestita la vicenda» Parla è Erminio Marinelli, oggi consigliere regionale ed ex sindaco di Civitanova. La vicenda della Civita Park la conosce bene essendo iniziata proprio quando lui era assessore della giunta Mobili. «Mattucci negli anni è rimasto unico interlocutore – aggiunge Marinelli – e con il centrosinistra ha instaurato uno stretto rapporto che ha portato alle famose fidejussioni, all’accettazione dei crediti personali e infine alla convenzione per la costruzione del Palas, che in sostanza regala al privato oltre due milioni di euro e un’area commerciale tra fiera e palazzetto di quasi mille metri quadrati. Oggi, alla luce degli ultimi sviluppi, quello che mi lascia basito è l’atteggiamento di Corvatta che esprime solidarietà a Mattucci, ma siamo alle comiche? Naturalmente tutti ci auguriamo che la situazione economica delle imprese sia sempre rosea, questo vale anche per quelle di Mattucci. Ma la solidarietà a limite è per i creditori che hanno lavorato e non sono stati pagati».  Marinelli chiede di sospendere il contributo che il Comune eroga alla Palace per la gestione. «Chiederò oggi stesso – dice – se la convenzione per il contributo alla gestione del palazzetto sia stata già firmata. In caso affermativo, per tutelarsi, il Comune dovrà immediatamente sospendere il contributo annuale poiché è noto che il 10% di Palace srl, società che gestirebbe il palazzetto, è di proprietà di Civita Park. Nel caso invece in cui la convenzione non fosse stata ancora firmata allora va sospesa. Firmare un contributo da 70mila euro per trent’anni a queste condizioni è una questione da Corte dei conti».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X