Accolto l’appello di Rosella Ramundo
«Sono stata vaccinata questa mattina,
ora mi batterò per tutti gli altri caregiver»

CORRIDONIA - La mamma del 14enne affetto da una malattia rarissima è stata contattata dall'Asur subito dopo l'articolo apparso su Cronache Maceratesi per la somministrazione ma non si ferma: «Non è concepibile che si vada per fasce di età, seguendo gli slot che vengono nel frattempo aperti. Dov’è la priorità che si dovrebbe dare alle categorie fragili?»
- caricamento letture

 

rosella_ramundo

Rosella Ramundo

L’appello che Rosella Ramundo, mamma di un 14enne affetto da una malattia rara, ha fatto su Cronache Maceratesi per essere vaccinata prima possibile è stato ascoltato. Questa mattina, dopo meno di 24 ore, lei e il figlio più grande (ha 20 anni) sono stati vaccinati nel centro di Piediripa. Ma questo non le basta, anzi rincara la dose: «Tutti i genitori di disabili, indipendentemente dall’età, devono essere vaccinati. Si sono già vaccinati familiari di adulti disabili che nemmeno convivono con il disabile stesso. Non è concepibile che si vada per fasce di età dei caregiver seguendo gli slot che vengono nel frattempo aperti, dov’è la priorità che si dovrebbe dare alle categorie fragili? Tanto più che questi bambini non sono vaccinabili. I genitori che hanno 20/30/40 anni quando saranno chiamati?»

La mamma di Corridonia promette che continuerà a portare avanti questa battaglia per dare l’opportunità a tutti i caregiver. «Io, dopo l’articolo sono stata chiamata dalla responsabile asur Marche per le vaccinazioni ma è avvilente, profondamente avvilente. Ci sono delle norme precise in Gazzetta Ufficiale, basta rispettarle. Non chiediamo di andare in vacanza ma  per ogni cosa, se non si urla, non ti sente nessuno».

(a.p.)

«Mio figlio di 14 anni ha una malattia rara La Regione non mi fa vaccinare, come posso tutelarlo?»

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X