Acquaroli riflette sugli assessori,
Saltamartini per la sanità
In pole Leonardi, Carloni e Castelli

REGIONE - Aperte le trattative per i sei componenti della Giunta e la presidenza del Consiglio. In Forza Italia la scelta dovrebbe cadere sull’esterno Stefano Aguzzi: in ballo anche la fermana Jessica Marcozzi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
WhatsApp-Image-2020-09-23-at-21.03.10-325x270

Filippo Saltamartini ed Elena Leonardi

Passate le elezioni regionali, il nuovo governatore Francesco Acquaroli è in pausa di riflessione, probabilmente anche in relax dopo una campagna elettorale coinvolgente anche per gli esiti favorevoli. Di sicuro sta pensando alla squadra da mettere in campo. Sei gli assessori da nominare: la Lega ne chiede 3, due Fdi e uno Forza Italia. In più da discutere la presidenza del Consiglio regionale che è possibile reclami la Lega, in forza dei numeri elettorali e del fatto che i governatore è stato espresso da Fratelli d’Italia. Le scelte dovranno considerare la rappresentanza territoriale e le indicazioni date dagli elettori, oltre evidentemente alle capacità professionali dei singoli, consiglieri regionali o esterni che possano essere. Partita relativamente semplice sul fronte femminile: se la Lega avrà quanto chiede, è evidente che indicherà anche una donna. Scelta obbligata, l’unica donna eletta è l’anconetana Chiara Biondi. Quanto alle altre due indicazioni, sicuramente la prima scelta sarà il pesarese primatista di preferenze Mirco Carloni mentre per l’altra sembra favorito il maceratese di Cingoli Filippo Saltamartini. L’ ascolano Andrea Maria Antonini è invece quotata per la presidente del Consiglio regionale delle Marche. Quanto alle deleghe la Sanità è quella più contesa, la partita sembra essere tra Carloni e Saltamartini con il secondo in vantaggio. Due assessorati per Fratelli d’Italia: sicura l’indicazione per l’ex sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli (Bilancio e Attività produttive) , il secondo nome potrebbe essere quello di Elena Leonardi, magari al Turismo. Quanto a Forza Italia la scelta dovrebbe cadere sull’esterno Stefano Aguzzi: in ballo anche la fermana Jessica Marcozzi. Nel caso di ingressi maceratesi in giunta al posto di Saltamartini entrerebbe in Consiglio l’ex sindaca di Macerata Anna Menghi mentre a rilevare il ruolo di Elena Leonardi sarebbe Simone Livi con circa 1700 preferenze, una trentina in più del tolentinate Francesco Colosi.

(L. Pat.)

Emozioni e priorità dei 4 più votati Leonardi e Saltamartini assessori? «Siamo a disposizione»

Articoli correlati

 






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X