Ettore Rosato a Macerata:
«Non fatevi scappare uno come Narciso»

MACERATA 2020 - Il vicepresidente della Camera a sostegno della squadra di Italia Viva. Il candidato sindaco del centrosinistra attacca: «Con le loro ultime uscite, la Lega e Parcaroli dimostrano di non conoscere questa città»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

rosato-macerata6-650x433

 

di Luca Patrassi (foto di Fabio Falcioni)

Appuntamento con il presidente di Italia Viva e vicepresidente della Camera Ettore Rosato oggi pomeriggio in piazza Battisti. Presentazione a cura dei coordinatori provinciali  Teresa Lambertucci e Antonello De Lucia che hanno sottolineato l’impegno nella coalizione di centrosinistra a sostegno del candidato sindaco di Macerata Narciso Ricotta e del candidato governatore della Regione Maurizio Mangialardi. In platea, tra gli altri, diversi candidati alle elezioni comunali e i tre candidati di Italia Viva alle elezioni regionali che sono l’ex rettore di Unicam Flavio Corradini, l’ex sindaco di Recanati Francesco Fiordomo e l’imprenditrice calzaturiera Manola Ilari.

rosato-macerata-ricotta

Narciso Ricotta durante la conferenza stampa

A partire all’attacco è il candidato sindaco Narciso Ricotta: «Sento dire di tutto in questa campagna elettorale, vero è che i partiti sono in difficoltà e c’è una sfasatura istituzionale ma neppure riesco a capire personaggi di primo piano del centrodestra, come l’esponente della Lega catapultato a Macerata l’altro giorno, che arrivano e fanno a chi le spara più grandi senza alcun riferimento con la città. L’onorevole  Crippa, vice di Salvini, è arrivato a dire che a Macerata in diversi quartieri gli è sembrato di essere in Nigeria. Ma che città ha visto?. Oppure lo stesso candidato sindaco del centrodestra Parcaroli che dice che, se lui sarà eletto, a Macerata si tornerà a passeggiare ai Giardini. Ma vi risulta di abitare in Nigeria, non camminate più ai Giardini per paura? Non è così, le persone che incontro e mi stringono la mano mi dicono piuttosto di non aver mai visto Parcaroli. E’ lui che ignora come è Macerata, non basta essere nuovi per essere capaci, il nuovo che propone il centrodestra è senza contenuti. Propongono slogan, fanno marketing territoriale ma zero idee innovative. Il programma, quello che hanno presentato in grande ritardo, è la copia del nostro. Allora tra la copia e l’originale, io preferisco sempre l’originale. L’ultima volta che il centrodestra ha governato Macerata è stato più di venti anni fa ed è durato 18 mesi. Non hanno strategia, visione di insieme e lo conferma lo stesso Parcaroli che parla sempre e solo in prima persona, io, io. Non il noi del centrosinistra, di chi costruisce e condivide un progetto di coalizione. Questa è la differenza tra il centrodestra e noi, il metodo di governo e la conoscenza della città».

rosato-macerata-lambertucci-ricotta-de-luciaIl vicepresidente della Camera Ettore Rosato ha invece esordito con una battuta: «Non fatevi scappare – ha detto – un sindaco come Narciso, sarà un buon sindaco, lo si capisce da come parla della città. Un amministratore locale lo si riconosce appunto dalla passione per la città e guardate che va a prendersi la più grande rogna immaginabile per chi si occupa di amministrazione pubblica, peggio di un parlamentare, di un amministratore regionale. Il cellulare del sindaco lo hanno tutti i cittadini, tutti sanno dove abita. Ma è questo che distingue un buon sindaco dagli altri, il fatto di essere a disposizione della città per costruire il suo sviluppo. La differenza non è più tanto, almeno non solo tra centrosinistra e centrodestra, è tra populisti e riformisti. I populisti sono quelli che lavorano sempre contro, che creano i sentimenti di paura e di ostilità, che si occupano dell’oggi, al massimo del domani ma mai del futuro. Del futuro ci occupiamo noi riformisti, assumendoci anche i rischi della impopolarità. Ho fatto l’amministratore a Trieste, la mia città, ai tempi di Illy sindaco: pedonalizzammo un’area del centro beccandoci gli attacchi dei commercianti e dei residenti che protestavano per il posto auto sotto casa o sotto il negozio. Dopo due anni i valori immobiliari di quella zona sono raddoppiati. Salvini viene a Macerata, fa i selfie ma nessuno troverà mai una cosa realizzata: lui fa solo i selfie, non azioni di governo. La sanità delle Marche ha bisogno di investimenti e li avrà con i fondi del Mes: ma se il populista Acquaroli non li chiede come fa a parlare di investimenti sulla sanità? Con quali fondi li realizza? I fondi europei sono tanti ma sono anche tantissimi i territori che si presenteranno con progetti pronti, bisogna averli per ottenere i finanziamenti, diversamente si fa solo demagogia e i soldi li prendono i territori già pronti. Dove ci sono le professionalità vanno usate, parlo del candidato sindaco Ricotta e del candidato governatore Maurizio Mangialardi che ha fatto bene a parlare di discontinuità su alcuni temi come sanità e ricostruzione. Poi su altro – il turismo e la cultura – l’amministrazione uscente ha fatto bene. Voglio dire ai marchigiani: siete una regione internazionale, le imprese sono votate all’export, ma come fate ad affidarvi a un uomo della Meloni che è in sintonia con Orban. Volete affidare la regione a uno votato alle divisioni e ai confini?».

IMG-20200916-WA0032-325x244

La visita di Rosato alla IGuzzini illuminazione

 

Rosato ha visitato anche la I Guzzini Illuminazione insieme al candidato Francesco Fiordomo. È stato accolto da Adolfo Guzzini e dall’amministratore delegato. «Una azienda della quale essere orgogliosi, un made in Marche di grande qualità- ha detto Rosato-. Questa regione ha grandi risorse e potenzialità che vogliamo rafforzare con un passo diverso. Bisogna accelerare. Area riformista è impegnata per questo».

***

Flavio Corradini chiuderà la sua campagna elettorale a Tolentino. Il candidato consigliere regionale sarà in piazza Mauruzi venerdì 18 alle 18,30. In suo sostegno arriva l’onorevole Luciano Nobili di Italia Viva.

rosato-macerata-corradini1-650x433

Ettore Rosato e Flavio Corradini, candidato in Consiglio regionale

rosato-macerata2-650x433

rosato-macerata3-650x433

rosato-macerata4-650x433

Renzi: «Volete una regione chiusa con frontiere e dazi? Votate Acquaroli, sennò c’è Mangialardi»

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X