Legnini alla Camera di Commercio:
«Semplificazione e controllo sulla legalità
devono andare di pari passo»

SISMA - Incontro in streaming tra il commissario alla Ricostruzione, le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali marchigiane
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

legnini-gruppo

La riunione in streaming

 

«Quello con il commissario Legnini e stato un confronto utile, ricco di proposte e molto partecipato». Esprime soddisfazione il presidente Gino Sabatini per l’incontro organizzato questa mattina dalla Camera di Commercio delle Marche tra il commissario straordinario per la ricostruzione, le associazioni di categoria e le organizzazioni Sindacali marchigiane. 

legnini-sabatini

Il commissario Giovanni Legnini

All’iniziativa, che è stata svolta con modalità web e ha visto la presenza di oltre 50 partecipanti, hanno preso parte per l’Ente camerale oltre al presidente Sabatini e l’ingegnere Alberto Romagnoli che nel Consiglio camerale rappresenta gli ordini professionali e coordina il gruppo di lavoro di Camera Marche sulla ricostruzione. Erano presenti anche Confindustria Marche, Cna Marche settore Costruzioni, Cna Ascoli Piceno, Cna Fermo, Cna Macerata, Confartigianato Marche, Confartigianato Ascoli Piceno, Confartigianato Fermo, Confartigianato Macerata, Ance Marche, Ance Ascoli Piceno, Ance Macerata, Cgil, Cisl e Uil Marche e divisioni territoriali. «La necessaria semplificazione deve assolutamente essere accompagnata al massimo controllo sulla legalità –  ha ribadito Legnini che in apertura dell’incontro ha tenuto a sottolineare, in relazione  alle vicende del Csm- assoluta serenità in merito alla correttezza dei miei comportamenti e la ferma intenzione di continuare a esercitare le funzioni che mi sono state assegnate con tutta la determinazione e l’energia di cui dispongo».  Il commissario ha ringraziato Camera Marche per il suo prezioso ruolo di hub nel territorio; il presidente Sabatini dal canto suo ha riconosciuto a Legnini di «aver finalmente dato alla ricostruzione privata un impulso di concretezza: la firma dell’ordinanza 100 è solo il suo ultimo atto concreto in ordine di tempo. Confido che possano seguire presto altre iniziative che consentano di vedere presto gru al posto delle macerie. Aver avviato questa svolta in piena pandemia – e quindi in mezzo ad obbiettive, nuove e pesanti difficoltà – è la conferma di un cambio di passo importante».

sabatini-incontro

Il presidente Gino Sabbatini

Il commissario Legnini ha anticipato nel corso dell’incontro alcune delle proposte presentate al Governo e che verranno ribadite oggi pomeriggio in Parlamento  e ha puntato in particolare sull’accelerazione della ricostruzione pubblica e sulla definizione di procedure per la creazione di strumenti di sostegno alle attività produttive sottolineando gli obiettivi di semplificazione e rafforzamento dei presidi di legalità sui quali il Commissario trova la massima collaborazione di Camera Marche. «La nostra Camera di Commercio è il luogo di incontro delle associazioni di rappresentanza e confido che possa essere il centro di raccolta e sintesi delle posizioni, dei suggerimenti (nonché delle risorse) e delle richieste che arrivano dal mondo produttivo. Sarà mia cura essere parte diligente e attiva nel trasferire queste istanze al Commissario Legnini –  ha spiegato Sabatini – la nostra dimensione regionale assicura un ruolo unitario su area vasta e la capacità di coordinamento su analoghe iniziative di area interregionale raccogliendo gli spunti di associazioni e ordini professionali». Il dl Dicembre infatti prevede 50 milioni per azioni dirette nello specifico al rilancio economico per la totalità dei comparti (Turismo, Artigianato, Commercio): una parte di questi fondi potrebbero essere intercettati più velocemente mediante bandi ed altre azioni gestite direttamente da Camera Marche. Il commissario Giovanni Legnini riconoscendo l’efficacia di questo metodo di lavoro ha espresso la volontà di organizzare prossimi incontri come quello odierno, il primo collegiale realizzato a livello regionale con il coinvolgimento di attori dello sviluppo e parti sociali. Le imprese con sede nei comuni del cratere sono 35.571, e impiegano tra tutte le localizzazioni attive, 108.790 addetti

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X