facebook twitter rss

Jachetta ha le idee chiare:
«Vincere con la Maceratese,
non importa in quale categoria»

L'ATTACCANTE ex Anconitana dopo i primi giorni di preparazione: «Lavoriamo duramente per disputare un campionato importante sia in Promozione sia se sarà Eccellenza». Domani alle 17 amichevole con il Montefano all'Helvia Recina
martedì 13 Agosto 2019 - Ore 17:12 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
29 Condivisioni

 

di Mauro Giustozzi

«Sono arrivato a Macerata con l’obiettivo di vincere facendo un campionato importante. Poi quale sarà la categoria per noi ha poca importanza».

Primo giorno di preparazione, Luca Jachetta entra all’Helvia Recina

Luca Jachetta si subito calato nell’ambiente della sua nuova squadra, la Maceratese, di cui è destinato a diventare nella prossima stagione sicuramente un punto di riferimento imprescindibile in attacco. Rata che domani pomeriggio (fischio d’inizio alle 17) all’Helvia Recina scende in campo per la seconda amichevole stagionale: dopo il 2-2 con la Filottranese i biancorossi incroceranno gli scarpini con il Montefano di mister Lattanzi che milita in Eccellenza, formazione competitiva, avversario di livello superiore rispetto al Filottrano che disputerà invece la Promozione.

Il gruppo che ha iniziato la preparazione

«La preparazione sta andando avanti in maniera molto positiva, nonostante le temperature così alte non aiutino di certo. –sottolinea l’ex attaccante dell’Anconitana- Si lavora sodo, stiamo facendo quello che il mister ci chiede. Sarà certamente un test di valore quello di domani perché affrontiamo un avversario sicuramente più importante della Filottranese che ci darà la misura delle nostre potenzialità al cospetto di una squadra che inevitabilmente ci proporrà situazioni tattiche e di gioco diverse». E’ una Maceratese che lavora dal 1° agosto all’Helvia Recina e sin dall’inizio il tecnico Daniele Marinelli ha messo in campo il pallone accanto alla tradizionale fase di preparazione fisico-atletica. Per molti calciatori un’autentica novità accettata però di buon grado. «Per me è una novità assoluta –ribadisce Jachetta- perché ero abituato a tutt’altro sin dalle prime sedute ed invece devo dire che mi sto trovando davvero bene con questi sistemi voluti da mister Marinelli e dal suo staff che mettono assieme il lavoro ma anche il divertimento di avere tra i piedi subito il pallone. Con la palla tutto diventa più bello e più facile, meno pesante mentalmente ma a livello di lavoro si sentono i benefici effetti. Siamo una squadra giovane e ci serve davvero tanto avere subito il feeling con il pallone. Per quanto mi riguarda mi sto trovando particolarmente bene con gli altri compagni di reparto d’attacco: sin dalla prima amichevole abbiamo iniziato a capire come muoverci in campo e come vogliamo la palla. Questo è importante così come trovare l’intesa, la giusta chimica tra di noi. Sembra che le cose stiano andando nel verso giusto sin da subito».

I giocatori della Maceratese ieri all’Helvia Recina durante il primo giorno di preparazione

E’ una Maceratese ovviamente ancora incompleta nel suo organico: servono innesti importanti soprattutto nella fase difensiva, così come in mezzo al campo, mentre in attacco il lavoro svolto dal direttore sportivo Proculo ha di fatto già completato l’organico. Una Rata sospesa tra la sicurezza attuale di giocare il campionato di Promozione e un futuro che potrebbe regalare un’inattesa Eccellenza. Come i giocatori vivono questa situazione di incertezza? «Non ci distoglie affatto questa situazione che vive la società –afferma Jachetta- noi lavoriamo per disputare un campionato che dovrà essere il migliore possibile. Al di là della categoria. Se sarà la Promozione l’obiettivo è quello di vincere il nostro girone non ci nascondiamo di certo. E’ chiaro che la rosa ancora non è completa, certamente arriverà qualche rinforzo perché siamo un po’ corti, però a questo pensa come fare la società. Sappiamo che l’obiettivo che vuole la dirigenza e che vogliamo anche noi è quello di vincere qualunque sia la categoria in cui militeremo ed è su quello che siamo concentrati e su cui lavoriamo».

Daniele Marinelli, allenatore della Maceratese

Per Luca Jachetta il confronto quotidiano è con un allenatore giovanissimo che si affaccia su una piazza importante come quella di Macerata ma anche per lo stesso attaccante quella che arriva sarà una stagione importante. «E’ vero, Marinelli è molto giovane –conclude il calciatore della Rata- ma ha idee molto chiare che ci ha dato subito indicazioni precise su quello che lui vuole la squadra faccia in campo. Stiamo lavorando su questo e con lui ci troviamo molto bene. Per quanto mi riguarda il prossimo campionato sarà certamente importante perché, come ogni anno, bisogna dimostrare quelle che sono le qualità e sono arrivato a Macerata con l’obiettivo di proseguire a vincere come fatto lo scorso anno con l’Anconitana». Per quanto riguarda la formazione che affronterà il Montefano dovrebbe ricalcare la stessa che è scesa in campo con la Filottranese: qualche calciatore deve recuperare dalle fatiche della preparazione per cui mister Marinelli manderà in campo i giocatori che danno affidamento fisico senza rischiare chi è invece più indietro negli allenamenti. Dopo l’amichevole di mercoledì ci sarà un rompete le righe per il ferragosto poi riprenderanno gli allenamenti. La prossima amichevole è in programma il 23 agosto sempre all’Helvia Recina.

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X