Terremoto, solidarietà da tutta la provincia:
ecco come aiutare

SISMA - A Macerata, in 130 hanno risposto all'appello dell'Avis e hanno donato sangue al trasfusionale, raccolta di materiale igienico sanitario nella sede della Croce Verde e nella libreria Feltrinelli. Processione di cittadini che portano beni primari anche a Civitanova e Recanati. Il comune di Corridonia chiede coperte e vestiario da portare ad Arquata tramite i 6 volontari della Protezione civile. A tolentino l'evento benefico "Amatriciana per tutti". La pro loco di Monte Cavallo destina ai terremotati il ricavato della fiera. Nuova Banca Marche sospende le rate del mutuo ai richiedenti per immobili nelle zone colpite. Coldiretti ha messo a disposizione della Protezione civile i suoi veicoli. Il Gus ha inviato gli operatori sui luoghi più colpiti e ha attivato una raccolta fondi. La presidenza della Cei ha stanziato un milione di euro
- caricamento letture

La raccolta di beni di prima necessità a Recanati

La raccolta di beni di prima necessità a Recanati

 

La macchina della solidarietà è in moto dopo il devastante sciame sismico che sta interessando Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio.
Ieri a Macerata in ben 130 sono accorsi, dopo l’appello dell’Avis, al centro trasfusionale per donare sangue. La struttura è rimasta aperta oltre l’orario ordinario e riaprirà questa mattina. Sempre a Macerata la Croce Verde raccoglie nella sede di via Indipendenza, 12 (Tel. 0733260260) materiale igienico sanitario per bambini e acqua. A Macerata si raccolgono nella libreria Feltrinelli Coperte, indumenti, acqua, alimenti a lunga scadenza, prodotti per la pulizia personale, asciugamani, mascherine anti-polvere, guanti e tutto quanto può servire a chi ha perso tutto.

La raccolta a Civitanova in piazza XX Settembre

La raccolta a Civitanova in piazza XX Settembre

A Civitanova sono disponibili 5 appartamenti e 11 famiglie per ospitare gli sfollati, mentre prosegue la raccolta di cibo e vestiario nell’Ufficio Informazioni Turistiche in piazza XX Settembre (leggi l’articolo).

A Corridonia si raccolgono coperte e vestiario oggi dalle 13,30 alle 20 nell’atrio di palazzo comunale, alla presenza del locale gruppo scout. Quanto raccolto sarà consegnato ai 6 volontari della Protezione civile che domani partiranno per Arquata.
Comune di Tolentino, il gruppo cittadino di Protezione Civile e la Pro Loco Tct promuovono una raccolta di generi di prima necessità non alimentari. La raccolta avverrà in piazza della Libertà, nell’Ufficio della Pro Loco e nella sede della Protezione Civile tolentinate, in zona Sticchi, vicino la piscina comunale.
Inoltre martedì 30 agosto, in piazza Togliatti, alle ore 20, si terrà un evento denominato “Amatriciana per tutti” e già condiviso a livello nazionale, con l’incasso devoluto alle popolazioni colpite dal sisma.

A Recanati una processione di cittadini sta portando beni di prima necessità nel punto di raccolta.

A Porto Recanati la raccolta di beni di prima necessità viene effettuata nella sala quartieri dell’ex scuola Diaz oggi dalle 10 alle 20 e domani dalle 9 alle 12.

La pro loco di Monte Cavallo destinerà il ricavato della fiera di fine estate e della sagra della Bruschetta che si svolgerà domenica 28 agosto alle famiglie terremotate.

Nuova Banca Marche aderisce all’invito dell’Abi a sospendere il pagamento delle rate dei finanziamenti a famiglie e imprese residenti nei comuni colpiti dal terremoto.  Nuova Banca Marche sospenderà fino a 12 mesi, a chi ne farà richiesta, il pagamento di mutui, prestiti personali e chirografari relativi a immobili danneggiati dal terremoto. L’iniziativa è estesa anche ai titolari delle attività commerciali ed economiche svolte negli edifici danneggiati. Nuova Banca Marche promuove anche una raccolta fondi a favore delle popolazioni colpite tramite l’apertura di un conto corrente (Iban: IT95 Y060 5521 2050 0000 0023 000) intestato a “N. Banca Marche sisma 2016”. Le donazioni raccolte saranno destinate all’amministrazione comunale di Arquata del Tronto, uno dei comuni più colpiti dal sisma. Ibonifici effettuati su questo conto corrente saranno esenti da commissioni e spese. Nuova Banca Marche contribuirà alla raccolta fondi con un versamento di 10mila euro. E’ stato inoltre deciso lo stanziamento di un plafond di 20 milioni di euro destinato agli interventi di prima ricostruzione in tutti i territori dove è presente la banca. Saranno concessi prestiti personali a condizioni agevolate ai privati che hanno subito danni a beni mobili e immobili; prestiti chirografari e aperture di credito in conto corrente a condizioni agevolate per le imprese danneggiate dal sisma.

Gli agricoltori della Coldiretti Marche mettono a disposizione della Protezione Civile i propri trattori e altri mezzi agricoli per supportare le attività di rimozione delle macerie e liberare le strade. Il presidente regionale della Coldiretti, Tommaso Di Sante, e il direttore Enzo Bottos hanno contattato l’unità di crisi per offrire il sostegno degli imprenditori agricoli al lavoro per far fronte ai gravissimi danni causati dal terremoto che ha colpito la nostra regione e il vicino Lazio. Gli agricoltori della Coldiretti sono pronti anche a fornire pasta, pelati, formaggi, latte, frutta, per la popolazione delle zone interessate dal sisma. “Abbiamo ritenuto opportuno, al fine di evitare “confusione”, contattare direttamente la Protezione Civile delle Marche per individuare le necessità primarie – spiegano Di Sante e Bottos – offrendo la nostra disponibilità a procurare derrate alimentari e assistenza lavorativa con l’utilizzo di trattrici agricole per le operazioni di sgombero delle macerie e altro, in coordinamento con l’unità di crisi Coldiretti attivata a livello nazionale”. Per quanto riguarda la situazione nelle aziende agricole della parte marchigiana dell’area interessata dal sisma, al momento si segnalano alcuni crolli di fienili tra l’Ascolano e il Maceratese. Si tratta comunque, sottolinea la Coldiretti regionale, di un bilancio parziale, sulla base di una prima ricognizione nelle aziende associate».

Poste Italiane, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, ha istituito un conto corrente  attivo già da oggi per le donazioni a favore degli abitanti dei centri gravemente danneggiati dal terremoto. Il conto corrente è intestato “Poste Italiane con Croce Rossa Italiana –  Sisma del 24 agosto 2016″c/c 900050, codice IBAN IT38R0760103000000000900050;  il codice BIC/SWIFT per inviare bonifici dall’estero è BPPIITRRXXX.    Poste Italiane, inoltre, d’intesa con il Dipartimento della Protezione Civile, ha attivato  attraverso l’operatore telefonico Poste Mobile la numerazione solidale 45500 per la  raccolta fondi. Tutti i clienti PosteMobile possono donare 2 euro tramite l’invio di un SMS. In queste ore Poste Italiane sta lavorando in stretta collaborazione con la Protezione Civile e le altre istituzioni per assicurare la continuità dei servizi postali e finanziari ai cittadini dei  comuni colpiti. I tecnici di Poste Italiane sono impegnati a verificare l’efficienza delle  strutture e delle tecnologie nelle regioni interessate dal sisma per ripristinarne la piena  funzionalità con la massima rapidità.

In questa situazione di drammatica emergenza, il Gus (Gruppo umana solidarietà) si è subito mobilitato e ha inviato gli operatori sui luoghi del terremoto, mettendo base ad Arquata del Tronto, per dare supporto alla popolazione. “La situazione è difficile e la gente è stremata – dicono dal Gus- stiamo cercando di dare sostegno a quante più persone possibili . Abbiamo bisogno dell’aiuto di tanti per poter dare risposte immediate a quante più persone. È come sempre un lavoro difficile ma grazie ai volontari, agli operatori e ad un gruppo di richiedenti protezione internazionale ospiti dei nostri progetti di accoglienza, e grazie al sostegno di tanti cercheremo di fare tutto il possibile». Sono 80 gli operatori e volontari del Gus che sono scesi immediatamente in campo anche in altri Comuni colpiti dalla catastrofe per fornire aiuto e assistenza alle comunità. Il Gus lancia la campagna di raccolta fondi “Emergenza Terremoto Centro Italia” .Per effettuare donazioni con il bonifico bancario: G.U.S. Gruppo Umana Solidarietà G.Puletti onlus Iban: IT66Y0335901600100000131559 Si possono effettuare donazioni con Paypal e carta di credito.

È attivo dalle 15, grazie al protocollo d’intesa esistente tra Dipartimento della Protezione Civile e operatori di telefonia fissa e mobile, il numero solidale 45500 a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto che ha interessato stanotte il centro Italia. Grazie agli operatori Tim, Vodafone, Tre, Fastweb, Coopvoce, Wind e Infostrada, è possibile donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa al 45500. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della Protezione Civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma.

La presidenza della Cei ha disposto l’immediato stanziamento di 1 milione di euro dai fondi dell’otto per mille per far fronte alle prime urgenze e ai bisogni essenziali. Ne dà notizia l’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei: “La Chiesa che è in Italia si raccoglie in preghiera per tutte le vittime ed esprime fraterna vicinanza alle popolazioni coinvolte in questo drammatico evento. Le diocesi, la rete delle parrocchie, degli istituti religiosi e delle aggregazioni laicali sono invitate ad alleviare le difficili condizioni in cui le persone sono costrette a vivere”. A tale scopo, la presidenza della Cei indice una colletta nazionale, da tenersi in tutte le Chiese italiane il 18 settembre 2016, in concomitanza con il 26° Congresso eucaristico nazionale, come frutto della carità che da esso deriva e di partecipazione di tutti ai bisogni concreti delle popolazioni colpite. Le offerte raccolte dovranno essere inviate con sollecitudine a Caritas Italiana, Via Aurelia 796 – 00165 Roma, utilizzando il conto corrente postale n. 347013 o mediante bonifico bancario su Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113 specificando nella causale “Colletta terremoto centro Italia”. Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui: on line sul sito, Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma – Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474, Banco Posta, viale Europa 175, Roma – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013, UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119.

Articoli correlati

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X