Perizia sull’asilo Green,
il comitato scrive
all’Agenzia delle Entrate

TOLENTINO - Una lettera aperta è stata inviata al direttore per conoscere i criteri della valutazione
- caricamento letture
Alcuni degli esponenti del comitato cittadino tolentinate "Salviamo il Green dalla speculazione"

Alcuni degli esponenti del comitato cittadino tolentinate “Salviamo il Green dalla speculazione”

di Marco Cencioni

Una lettera aperta al direttore dell’agenzia delle entrate di Macerata per chiedere come verrà effettuata la stima del valore di vendita dell’area e dell’edificio scolastico asilo Green, incarico affidato all’ente dal comune di Tolentino (leggi l’articolo). Il comitato di cittadini “Salviamo il Green” vuole conoscere il criterio di valutazione che verrà attuato dopo che il comune, al fine della valorizzazione dei beni tramite cambio di destinazione d’uso, ha affidato all’ufficio delle entrate la perizia. «Questa richiesta vi è stata formulata dopo che il comune stesso, nel mese di novembre 2014, ha elaborato una perizia di stima dei suddetti beni sulla base del criterio sintetico-comparativo. Si stimeranno i beni eventualmente da alienare tenendo conto della futura trasformazione dell’area? – domandano gli esponenti del comitato nella lettera inviata – L’amministrazione, a tale proposito, nel corso della presentazione pubblica del 29 dicembre 2014 ha fornito indicazioni precise sulle future potenzialità dell’area da alienare, in particolare ha chiarito che la superficie complessiva dell’area ammonta a 3.550 metri quadri che la stessa avrà destinazione commerciale, che la massima superficie edificabile in essa sarà pari al 60% dell’area stessa e che i fabbricati in essa edificati avranno altezza massima di 6 metri. Appreso ciò e, al contempo, attestate le caratteristiche di unicità dell’area, perché interna ad un tessuto urbano consolidato, dove non esistono altre aree similari compravendute recentemente, come si potrà ancora eseguire una stima sintetica comparativa?» In pratica, i rappresentanti del comitato cittadino chiedono «come si potrà definire il valore degli immobili da alienare, come peraltro già fatto dall’amministrazione comunale, comparando i beni in essa presenti, verde e fabbricato, ad altri beni similari compravenduti recentemente in quella zona?» Dopo aver ribadito la loro «contrarietà all’iniziativa abbattimento dell’asilo Green e destinazione commerciale dell’area, in quanto qualunque valore di cessione dell’area stessa non potrà compensare i costi sociali che l’operazione produce» il comitato “Salviamo il Green” afferma che, a suo avviso, «il metodo di valutazione più idoneo del bene “area edificabile a destinazione commerciale” appare essere il criterio del valore di trasformazione. Dalla stima dell’odierno valore di mercato di una struttura commerciale di nuova edificazione, di superficie utile lorda di 2.130 mq, uguale al 60% dei 3550 metri quadri di volume pari a 12.780 metri cubi e di 1.420 metri cubi di area esclusiva esterna da destinare a parcheggio si detrae il costo di costruzione della struttura commerciale stessa, per pervenire alla stima dei beni immobili destinati a trasformazione come valore residuale».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 1
Civitanova = 
Elezioni = 1