Precari di Banca Marche scrivono a Visco

Chiedono al governatore di Bankitalia un confronto sul futuro dei lavoratori dell'istituto: "Attuare politiche di stabilizzazione"
- caricamento letture

 

 

Banca_Marche_Jesi (5)Centottanta giovani precari di Banca Marche, fuoriusciti dal gruppo a causa della crisi dell’istituto di credito, attualmente commissariato, hanno scritto al governatore di Bankitalia Ignazio Visco chiedendo l’attuazione di “politiche di stabilizzazione” e di coinvolgere gli attuali Commissari straordinari “per discutere del nostro futuro e di quello degli altri lavoratori dell’Istituto”.

“Nell’ultimo quinquennio – scrive il Comitato dei precari di BM – noi giovani del territorio abbiamo lavorato nell’Istituto con più assunzioni a tempo determinato finalizzate alla definitiva stabilizzazione, raggiungendo, alcuni di noi, il limite dei 36 mesi
previsto per legge; ciò fino a quando, di colpo, siamo stati lasciati a casa senza lavoro, senza risposte e senza concrete prospettive di un’attività alternativa”.

Secondo il Comitato, l’imminente esodo su base volontaria di circa 400 lavoratori di BM può creare margini di inserimento per i precari, già formati, favorendo “un ricambio generazionale” che è “alla base di ogni processo di risanamento”, e con “contratti di inserimento che beneficiano di notevoli agevolazioni di legge e contrattuali”.

Temi sui quali – lamenta il comitato – “non si è mai però aperto un tavolo di confronto con i Commissari straordinari e la direzione generale della banca”.

Ricordando le parole di Visco in ordine alla “necessità di rilanciare l’occupazione per attuare una reale e duratura ripresa nel nostro Paese”, il Comitato dei Precari chiede infine all’azienda “un’apertura che faccia seguito e sia coerente con le parole del governatore”.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X