“Almirante voleva fucilare i partigiani”
L’Anpi si scaglia contro il Comune

CIVITANOVA - Ancora polemiche sulla mancata cancellazione della via dedicata allo storico esponente del Movimento Sociale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

via almirante (1)

di Laura Boccanera

«In campagna elettorale e subito dopo si parlò di eliminazione della targa, non di spostamento, esprimiamo disappunto e dissenso». Con una nota ufficiale la presidente della sezione Anpi di Civitanova  Annita Pantanetti riferisce della delusione per la scelta fatta dalla commissione toponomastica sul futuro di via Almirante (leggi l’articolo). «Si trattava di una promessa da mantenere – scrive la Pantanetti in una lettera al sindaco -, perché Almirante fu l’autore del manifesto che decretava la pena della fucilazione per i partigiani che non si fossero arresi. Altri italiani non necessariamente di sinistra meriterebbero di essere ricordati per sempre, per esempio Giorgio Perlasca che fu volontario fascista nella guerra civile spagnola ma considerato lo Schindler italiano o il democristiano e membro dell’azione cattolica Gino Bartali. C’è un abisso fra un Almirante, un Balbo e i nostri padri che sarebbero da monito alle generazioni di oggi e domani. Che significa il sostantivo pacificazione in un paese che non ha combattuto guerre recenti, perché paragonare i ragazzi di Salò ai partigiani? Perché si tende la trappola della storia condivisa? L’Anpi si augura che l’amministrazione comunale riveda la propria decisione». E la proposta in effetti presentata dal presidente del consiglio Ivo Costamagna va di traverso sia a destra che a sinistra. E dalle parti di Rifondazione l’ala più intransigente è pronta a far sentire politicamente il proprio dissenso nel caso in cui non venga presa dalla giunta la decisione di rimuovere via Almirante. L’assessore di Rc Francesco Peroni, autore dell’eclatante gesto di smaltimento della targa di via Almirante nel cestino si dice pronto a mantenere la linea data durante la campagna elettorale: «la penso ovviamente come il sindaco e come il mio partito, via Almirante va rimossa, spero si mantenga questa posizione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X