Pettinari mette tutti d’accordo:
«Convitto e Tribunale insieme
nell’edificio del Pannaggi»

MACERATA - Il presidente della Provincia ha trovato la soluzione: «C'è stata un'attenta valutazione degli spazi, anche di quelli finora inutilizzati, alla luce delle nuove esigenze in base alle disposizione date dal Ministero per le lezioni in presenza»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Convitto_Pettinari_FF-10-650x434

L’ingegnere Luca Fraticelli, il presidente della Provincia Antonio Pettinari e la rettrice del Convitto Annamaria Marcantonelli

 

di Luca Patrassi (foto di Fabio Falcioni)

Trovata la soluzione per i locali del Pannaggi: spazio al Convitto ed anche al Tribunale dopo quella che il presidente della Provincia Antonio Pettinari definisce «una attenta valutazione degli spazi, anche di quelli finora inutilizzati, alla luce delle nuove esigenze in base alle disposizione date dal Ministero per le lezioni in presenza».

Convitto_Pettinari_FF-8-325x217

Antonio Pettinari

Tutti d’accordo, almeno sembra, e presidente della Provincia che comunque vuole puntualizzare un concetto: «La competenza dell’Ente è quella legata alle scuole, le questioni edilizie legate al tribunale competono al Ministero. Vero che ho dato una parola ai vertici del Tribunale per l’utilizzo provvisorio di alcuni spazi del Pannaggi, ma è anche vero che il Ministero della Pubblica istruzione ha poi cambiato le carte in tavola per le lezioni in presenza rendendo insufficienti gli spazi inizialmente a disposizione del Convitto. Ora li abbiamo adeguati, e tali saranno anche nel caso in cui il Tar accolga anche i ricorsi presentati per conto degli alunni le cui iscrizioni non erano state accettate. Il Pannaggi è scuola e continuerà a essere scuola, oggi è occupato dal Convitto Nazionale, che ha perso la sua sede storica e dove tornerà appena ristrutturata».

Convitto_Pettinari_FF-5-325x217

Antonio Pettinari e Annamaria Marcantonelli

Il presidente della Provincia Antonio Pettinari dichiara risolta la questione dei spazi che interessa la scuola maceratese, in conferenza stampa, insieme all’ingegnere Luca Fraticelli dell’ufficio tecnico dell’Ente e della rettrice del Convitto Annamaria Marcantonelli. «Da settimane stiamo effettuando diversi sopralluoghi – ha detto Pettinari – insieme ai tecnici e alla rettrice, per capire come affrontare l’inizio del nuovo anno scolastico, viste le nuove disposizioni del piano scuola. Con il recupero degli spazi inutilizzati, riusciremo a soddisfare le attuali esigenze del Convitto e così abbiamo raggiunto l’obiettivo di garantire le necessità della scuola. Saranno anche sistemati gli spazi esterni e quelli verdi. Inoltre il Convitto diventerà di competenza della Provincia, dopo la definizione di tutti gli aspetti concernenti la scuola, tramite una apposita convenzione».

Convitto_Pettinari_FF-9-325x217Al tribunale vengono confermati gli spazi concessi a disposizione, temporaneamente, per la durata dei lavori di bonifica amianto nello stabile principale. «Tutte le istituzioni devono collaborare per i primari obiettivi – aggiunge Pettinari – ognuno per le proprie funzioni e competenze. Quindi alla Provincia competono esclusivamente le scuole e la loro migliore organizzazione; tuttavia conferma la volontà di mettere a disposizione alcuni spazi già definiti, seppur in via provvisoria. Infatti il Pannaggi è una scuola e rimarrà tale e dopo il trasferimento del Convitto nella sua sede storica sarà utilizzato dall’Istituto professionale, che attualmente si trova in via Batà». «La soluzione trovata dalla Provincia – afferma la Marcantonelli – è di piena soddisfazione per il Convitto Nazionale perché ci consente di accogliere i ragazzi e i bambini rispettando le norme di sicurezza e le attuali disposizioni dovute al Covid-19. Voglio ringraziare il presidente Pettinari e i tecnici per il lavoro svolto insieme per trovare la migliore soluzione. La scuola sarà in presenza, e saranno garantiti anche i servizi per il pomeriggio, molto importanti e richiesti dalle famiglie. Tra le altre cose, la sede del Pannaggi dove siamo permette di rispettare la regola del distanziamento sociale, anche grazie alle numerose entrate e uscite che si avranno a disposizione con i lavori supplementari previsti prima dell’inizio dell’anno scolastico. Obiettivo raggiunto e questo è importantissimo, perché darà al Convitto la sicurezza di cui ha bisogno».

Convitto, il Tar “reiscrive” 4 alunni Ma 5 bimbi delle elementari dovranno cercare un’altra scuola

Contesa per gli spazi del Pannaggi diffida da Procura e Tribunale: «La Provincia rispetti gli accordi»

Flash mob al Pannaggi: «Aiutateci a salvare il Convitto» (Foto/Video)

I genitori difendono il Convitto: «Grazie per gli impegni presi Ora seguano atti concreti»

Convitto, i docenti: «Servono spazi adeguati Vogliamo la nostra sede storica»

Convitto, futuro incerto: «Non sappiamo se bastano 7 milioni» San Giovanni avanti all’unanimità

Convitto, è la resa dei conti Il Comune chiede 100mila euro Genitori pronti a dare battaglia

Convitto, il Ministero taglia una classe Estrazione per scegliere gli esclusi ma i genitori si rifiutano

 

Convitto, chi paga le bollette? Il Comune: «Spetta alla Provincia» La dirigente chiede un tavolo tecnico

Convitto, ritorno a scuola con polemica: «Alunni ancora ammassati, basta battaglie politiche»

 

Convitto, nulla osta di Pettinari: «Nuove aule disponibili da subito Carancini pensi ai fatti, no ai social»

Convitto, lettera dei docenti: «Il sindaco dia garanzie scritte»

Scuole, l’affondo di Pettinari: «Carancini mente, le ho salvate io Tribunale al Pannaggi? L’ha detto più volte»

Un Convitto d’interessi

Convitto, Fratelli d’Italia all’attacco: «Il sindaco sa solo zittire gli avversari»

Convitto, Monteverde: «Si farà il bando» Miliozzi: «Siano mantenute le promesse»

Convitto, coro di no al trasloco Carancini rassicura e punta il dito: «La Provincia si è disinteressata»

Convitto ai Salesiani, FdI critica la scelta: «Va garantita la sicurezza degli studenti»

Convitto verso il trasloco ai Salesiani, i genitori non ci stanno

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X