Convitto, è la resa dei conti
Il Comune chiede 100mila euro
Genitori pronti a dare battaglia

INTERVENTO – Sulla scuola terremotata e ad oggi senza sede incombono le bollette arretrate pretese dell’amministrazione, l’imposizione dell’ufficio scolastico regionale di dirottare iscritti alla Mestica, il mancato avvio dei lavori post sisma nella sede storica. Le famiglie costituiscono un comitato e sono pronti a rivolgersi al Tar. Lunedì sit in al consiglio comunale