Coronavirus, Confartigianato:
«Cassa integrazione per le imprese»

COVID 19 - La richiesta riguarda le aziende e i datori di lavori che sono iscritti al Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Renzo Leonori

 

«Confartigianato in queste ore è coinvolta in una intensa attività di consultazione delle organizzazioni di rappresentanza in diversi tavoli istituzionali sull’emergenza Coronavirus, in rappresentanza delle esigenze drammatiche che molti imprenditori stanno vivendo e le possibili gravi ripercussioni sull’intero sistema produttivo nazionale». Così il presidente di Confartigianato Macerata, Ascoli, Fermo, Renzo Leonori. «Per fronteggiare tempestivamente gli effetti di questa allarmante situazione sanitaria l’associazione nazionale ha firmato insieme ad altre Confederazioni e sindacati – continua Leonori -, un accordo che prevede, per tutte le imprese e i datori di lavoro iscritti al Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato, un importante e specifico intervento: la possibilità di usufruire della cassa integrazione fino a venti settimane nell’arco di due anni del biennio mobile per le sospensioni dell’attività aziendale determinate dal Covid-19». L’intervento, continua Confartigianato: «Vogliamo precisare che l’intervento non è limitato alle zone rosse ma riguarda l’intero territorio nazionale». Nell’accordo vengono inoltre sollecitati anche gli altri strumenti della bilateralità nazionale come Fondartigianato e Sanarti, affinché, vengano definiti rapidi e mirati interventi a favore di lavoratori e imprese per fronteggiare il coronavirus. L’associazione inoltre comunica che il servizio paghe di Confartigianato è a completa disposizione per tutte quelle imprese che, avendone i requisiti, necessitino del Fondo di solidarietà per le relative sospensioni dell’attività aziendale. «Non possiamo permettere che il nostro sistema produttivo ed economico venga danneggiato rischiando lunghe e pesanti ripercussioni, ed è quindi fondamentale lavorare insieme in maniera coordinata, trovando soluzioni rapide ed efficaci affinché il nostro Paese superi questa fase di emergenza al più presto possibile».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X