Il legale di Traini: «Risarciremo tutti,
ma il Pd mi dia una risposta»

RAID RAZZISTA A MACERATA - L'avvocato Giancarlo Giulianelli annuncia l'intenzione di rifondere i danni sia ai feriti che ai commercianti contro le cui attività il 29enne ha sparato la mattina del 3 febbraio. Oggi depositata perizia dei Ris sui bossoli
- caricamento letture
avvocato-giulianelli-carcere-ancona-convalida-traini-1-e1521569547759-650x568

L’avvocato Giancarlo Giulianelli

 

«Abbiamo intenzione di risarcire tutte le persone, sia i feriti, che i commercianti, che il Pd». Così l’avvocato Giancarlo Giulianelli che assiste Luca Traini, il 29enne maceratese che il 3 febbraio scorso ha sparato a sei persone e a diversi locali per poi arrendersi e venire arrestato. Ora è accusato di strage, tentato omicidio e danneggiamento e si trova in carcere a Montacuto, ad Ancona. Il suo legale spiega di avere intenzione di risarcire tutte le persone che sono state vittima del raid razzista. «Ho intenzione di risarcire tutti. La volontà della difesa di Traini è procedere al risarcimento di tutti quanti, nei limiti del possibile» dice l’avvocato Giulianelli. L’intenzione del legale è di rifondere i danni «prima del processo». Che è fissato per il 9 maggio in corte d’assise anche se quel giorno il legale ha intenzione di chiedere di fare il processo con rito abbreviato. La procura ha individuato in 17 persone le vittime del folle raid compiuto per le strade di Macerata.

perfetti-di-pietro

L’avvocato Nicola Perfetti con Stefano Di Pietro (di spalle) davanti alla caserma dei carabinieri per depositare la denuncia

Dai sei feriti, ai tre che sono scampati agli spari del 29enne, ai titolari dei locali contro cui ha sparato (bar H7 di Pollenza, bar Monachesi di corso Cairoli, il Terminal a Fontescodella, il negozio Notte e dì, il bar King, la discoteca Babau), al segretario comunale del Pd, Stefano Di Pietro, perché Traini colpì la vetrina della bacheca della sede, in via Spalato. Su questo punto l’avvocato Giulianelli aggiunge: «Sono perplesso dall’atteggiamento del Pd. La domenica in cui sono andati a depositare la querela (Di Pietro era accompagnato dal legale Nicola Perfetti, ndr)  li ho prontamente contattati e ho detto che ero pronto a risarcire il danno che hanno subito. A più riprese gliel’ho detto. Stanno tergiversando, vorrei ottenere una risposta. Basta che mi facciano sapere quello che gli devo dare. È un mio diritto richiederlo». Oggi intanto i Ris hanno depositato in procura esiti delle perizie balistiche relative ai bossoli ritrovati e la compatibilità con l’arma usata da Traini. 

(Gian. Gin.)

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X