Sanità, Corvatta a Ceriscioli:
“Tagli solo nel Maceratese”

CIVITANOVA - Il primo cittadino riaccende la polemica contro il presidente della Regione sulla riorganizzazione delle reti cliniche e la perdita per l'ospedale costiero di Ematologia e Pediatria. "Ci spieghi perché - chiede il sindaco - nella provincia di Macerata riduce mentre ad Ancona ne lascia 7"
- caricamento letture
sindaco tommaso corvatta - civitanova (1)

Il sindaco Tommaso Corvatta

«Ceriscioli parla di un unico reparto di pediatria per provincia, ci spieghi come mai allora in quella di Ancona ne rimangono sette». Il sindaco Tommaso Corvatta è ancora arrabbiato sul tema sanità dopo che sono emersi i quadri dei tagli per la riorganizzazione delle reti cliniche (leggi l’articolo) e non intende far abbassare l’attenzione sulle possibili conseguenze che si avranno in provincia di Macerata. Dopo le parole del governatore delle Marche, che a San Severino aveva commentato le parole del primo cittadino dicendo in sintesi di mettersi l’anima in pace su Ematologia e Pediatria (leggi l’articolo), oggi Corvatta alimenta la polemica e su Ematologia afferma: «Io non ho mai parlato di unità complessa ma unità semplice, non mischi le carte Ceriscioli. Su Pediatria è vero che il programma regionale va verso un punto nascita per provincia, ma parliamo di Pediatria e non di punti nascita. Ci spieghi allora perché rimangono 7 reparti ad Ancona. Non può non considerare, il presidente della Regione, che in questo ambito sociale c’è la popolazione più giovane, il 44% dei minori della provincia di Macerata risiedono nei comuni di questo ambito. La perdita del primario di Pediatria non è un nonnulla, è la perdita dell’ autonomia funzionale. Va contro la governance del territorio». Tutte tesi che saranno esposte in faccia anche a Ceriscioli nella prossima conferenza dei sindaci prevista per il 27 luglio a Macerata.

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X