Silenzi, messaggio a Sparvoli:
“Sta coprendo responsabilità politiche”

DISCARICA DI CINGOLI - Per il vicesindaco di Civitanova, il presidente del Cosmari "mente sapendo di mentire" e chiede perché quest'anno il Consorzio abbia applicato "il balzello Istat non solo sulla raccolta ma anche sullo smaltimento"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Giulio Silenzi

Giulio Silenzi

«Sparvoli farebbe bene ad assumersi le proprie responsabilità e a non coprire le colpe politiche di chi ha bloccato la discarica di Cingoli facendo pagare il conto alla comunità maceratese attraverso un aggravio in bolletta dagli 8 ai 10 milioni di euro. Sparvoli quindi mente sapendo di mentire ed è grave sostenere che la causa dei ritardi nella realizzazione della discarica risiede nei ricorsi da parte di associazioni, Comune e proprietari, perché mai questi ricorsi hanno portato ad una sospensiva dei lavori e sfido Sparvoli a dimostrare il contrario».  Torna a parlare di Cosmari e discarica di Cingoli il vicesindaco di Civitanova (nonché assessore all’ambiente) Giulio Silenzi. «Capisco che su questo tema nessuno intervenga – prosegue Silenzi – perché le responsabilità sono di tanti e trasversali in provincia di Macerata e toccano interessi politici e non solo. Banalizzare tutto questo sostenendo che da 2/3 mesi invece di 5 mila euro al giorno se ne spendono sui 4 mila, dà l’idea dell’inconsistenza della difesa di Sparvoli (leggi l’articolo).
Per quanto riguarda l’Istat, è un ulteriore balzello che viene fatto pagare ai cittadini e che in tempi di tagli e austerità come questi non viene caricato su nessuno. Non si capisce perché invece il Cosmari nel 2013 lo abbia applicato al 2,4% solo sulla raccolta e quest’anno, furbescamente, lo applica anche sullo smaltimento. Questo significa che i cittadini non soltanto pagheranno 120mila euro in più al mese per smaltire i rifiuti perché non abbiamo ancora la discarica, ma anche altri 360mila euro per l’Istat che andranno tutti nelle bollette delle famiglie maceratesi. Anche rispetto a questo non vi è un minimo di discussione, di riflessione, tanto sono sempre i cittadini a pagare!  Da ultimo, Sparvoli sa che ci sono due pareri dei legali del Cosmari avvocato Filippucci e avvocato Spinelli in cui si evidenzia l’inconferibilità della carica di presidente del consiglio di amministrazione del Cosmari. La cosa grave è che non abbia, guarda caso, trasmesso ufficialmente questi pareri ai Sindaci che non ne hanno discusso esponendo così il Cosmari a seri rischi amministrativi».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X