Comitato antidiscarica di Cingoli:
“Aiutiamoci a non trasformare
il Balcone delle Marche
nel Bidone delle Marche”

- caricamento letture

cingoli

Discarica a Cingoli, le eco balle di Capponi

Dal Comitato antidiscarica a Cingoli Fosso Mabiglia:

“In risposta a quanto é apparso questi  giorni sulla stampa (https://www.cronachemaceratesi.it/?p=15537 ) il Comitato Campagna Pulita vuole replicare al Dott. Eusebi presidente del Cosmari, quanto giá detto dai magistrati, e che lui ed il Prof. Silenzi sembrano ignorare, e cioé che i ricorsi presentati al TAR sulla discarica prevista per Cingoli Fosso Mabiglia “devono essere dichiarati inammissibili” in quanto “l’approvazione del progetto preliminare di un’opera pubblica o di pubblica utilità (nella specie, discarica di prima categoria per rifiuti solidi urbani …..) non è atto autonomamente impugnabile, in quanto solo il progetto definitivo è immediatamente lesivo della posizione giuridica privata (T.A.R. Liguria, Sez. I, 25 maggio 2004, n. 813).”

Quindi é solo il progetto definitivo (non ancora approvato) che puó essere impugnato dai ricorrenti ed Eusebi farebbe bene quindi a dire ai cittadini che il T.A.R. non si é ancora potuto esprimere  nel merito, ma lo fará prossimamente, mettendo cosí a rischio tempistiche e denaro pubblico. Infatti anche il non rispetto da parte del Cosmari della graduatoria stabilita del piano provinciale dei rifiuti (Fosso Mabiglia é sesto, non primo) potrebbe con molta probabilitá causare il blocco definitivo da parte della Magistratura del progetto e della escuzione di questa discarica “illegittima” con un ulteriore ritardo alla risoluzione del problema rifiuti, da aggiungere a quello giá in atto (i rifiuti oggi vanno a Fermo). Ritardo che verrebbe ulteriormente a pesare sulle tasche di tutti i cittadini della provincia. Un enorme ritardo non causato dai naturali e “legittimi” ricorsi cittadini e Comunali, ma causato dalla programmazione COSMARI , e dalla ostinata insistenza a procedere ( la provincia é il soggetto preposto) e nonostante i chiari avvisi espressi nei ricorsi.  Vorremmo inoltre ricordare che detto ritardo é stato incrementato dal Presidente della provincia di Macerata che dopo aver riconosciuto che “ le discariche non si impongono alle popolazioni contrarie ed alle loro amministrazioni, ha bloccato il progetto, promettendo non uno ma ben tre siti alternativi a Cingoli, che nessuno ancora conosce! Capponi ha infatti piú volte in campagna elettorale promesso ai cittadini di Cingoli che avrebbe lui trovato dei siti alternativi con un impatto ambientale meno devastante di Fosso Mabiglia che presenta tante attivitá agroturistiche e ricettive. Capponi ha inizialmente fermato quindi l’iter per Fosso Mabiglia (…. forse una strategica mossa per prendere piú voti in campagna elettorale???) ma adesso l`improvviso cambiamento di rotta di questi giorni fa rimanere molto perplesso il Comitato Campagna Pulita ed i cittadini di Cingoli. Infatti nell`ultima assemblea tenutasi ad Appignano ha affermato pubblicamente che il procedimento per Fosso Mabiglia andrá avanti. Le promesse, come sostiene il neo eletto sindaco Saltamartini, vanno mantenute. Eusebi dovrebbe pertanto rivolgersi a Capponi per i ritardi accumulati e non scaricare la colpa sui legittimi ricorsi della comunitá! Comunitá che tra l’altro versa in uno stato di incertezza sul futuro delle loro attivitá ed abitazioni dal maggio 2008. Disagio che é causato da chi amministra i rifiuti e non dai cittadini di Cingoli. Nel caso specifico di Cingoli  l’amministrazione ha  epresso all’unanimitá la propria contrarietá e la popolazione pure , esprimendosi anche tramite una petizione che é stata firmata da circa 6.000 persone , consegnata alle autoritá , anche al Cosmari, ma sembra essere stata ignorata.  Cogliamo infine l’occasione per comunicare a quei cittadini che hanno a cuore il paesaggio Marchigiano, quello tanto decantato nell’ultimo spot di Hoffman per la Regione Marche, che il Cosmari ha depositato la V.I.A/V.A.S per un progetto sproporzionato di 400.000 mc. facilmente espandibile ad 1.000.000 di mc. , 6 volte la discarica di Tolentino, 10 volte la durata considerando la raccolta differenziata……. Una vergogna alla faccia dei citttadini, degli spot e delle promesse elettorali di Capponi, della equa ripartizione tra i comuni e dell’impronta ambientale da aggiungersi ai vicinissimi siti di Filottrano ed Appignano giá ribattezzato tringolo delle Bermude!…… Il termine per le ossevazioni al progetto di V.I.A/V.A.S presentato dal Cosmari per Fosso Mabiglia a Cingoli e’ metá marzo, recandosi in Provincia di Macerata settore Ambiente si puó richiedere la relativa documentazione”.

Comitato antidiscarica a Cingoli Fosso Mabiglia




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X