Discarica di Cingoli:
via libera dalla Conferenza dei servizi

Il presidente della Provincia, Pettinari e quello del Cosmari, Sparvoli, hanno espresso soddisfazione: "Si sblocca l'ultimo tassello per il completamento del sistema dei rifiuti nel Maceratese"
- caricamento letture
Fosso Mabiglia (foto del Comitato contro la discarica di Cingoli), luogo deputato ad ospitare la discarica provinciale

Fosso Mabiglia (foto del Comitato contro la discarica di Cingoli), luogo deputato ad ospitare la discarica provinciale

Sono passati cinque mesi da quella giornata di agosto in cui vennero trovati aperti i cancelli del cantiere a Fosso Mabiglia di Cingoli, luogo designato per la nuova discarica provinciale che sarà gestita dal Cosmari.  Nell’occasione vennero notate anche delle infiltrazioni d’acqua e si ipotizzò l’inquinamento della falda acquifera sottostante (leggi l’articolo), tanto che i lavori subirono uno stop. Quest’oggi la Conferenza dei servizi, dopo la riunione che si è avuta in mattinata, ha dato il via libera ai lavori per la realizzazione della discarica provinciale a Cingoli. L’autorizzazione giunge a seguito della verifica del Piano di caratterizzazione e dell’analisi del rischio in conseguenza alle anomalie di inquinamento emerse ad agosto che, di fatto, avevano bloccato le ruspe a Fosso Mabiglia. Alla Conferenza hanno preso parte Regione, Provincia di Macerata, Cosmari, Asur, Arpam e Comune di Cingoli. Soddisfazione da parte del presidente Antonio Pettinari, e di Daniele Sparvoli, presidente del Cosmari, per i quali “con questa decisione si sblocca l’ultimo tassello per il completamento del sistema dei rifiuti nel Maceratese”. I lavori per la nuova discarica sono stati piuttosto tormentati anche da un punto di vista burocratico, per una serie di opposizioni e ricorsi alla giustizia amministrativa, culminati con la sentenza del 7 novembre 2012 emessa dal Consiglio di Stato che si è espresso a favore delle autorizzazioni concesse dalla Provincia per la realizzazione dell’opera (leggi l’articolo).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X