Giunta, FdI fa la voce grossa:
Claudio Morresi assessore per Forza Italia.
Belletti, Capponi, Gironacci le tre donne

CIVITANOVA - Il borsino dei più quotati per un posto nell'esecutivo. Dopo aver ascoltato partiti e liste il sindaco Ciarapica è partito per le vacanze, verosimilmente scioglierà le riserve solo all'inizio della settimana prossima. Il primo Consiglio è previsto per il 16
- caricamento letture
Ciarapica-27-giugno2-325x244

Il sindaco Fabrizio Ciarapica nel suo studio a palazzo Sforza il giorno dopo la vittoria al ballottaggio

 

Meno di una settimana e Civitanova avrà la sua nuova giunta. Salvo colpi di scena. Il sindaco Fabrizio Ciarapica dovrebbe infatti ufficializzare le sue scelte al ritorno dalla vacanza in Cilento con la famiglia, previsto per domenica. Quindi a inizio della prossima settimana è previsto il varo dell’esecutivo. Prima di partire il primo cittadino ha concluso il giro di consultazioni con liste e partiti, che hanno fatto le proprie richieste. Si è preso un periodo di pausa finito il quale tirerà definitivamente le somme. Cinque anni fa nominò la giunta appena 11 giorni dopo le votazioni, questa volta c’è voluto un po’ più di tempo.

Eppure stando al Cencelli e seguendo il risultato delle urne i conti sono preso fatti:  toccherebbero due assessori a Fratelli d’Italia, due a Civitanova Unica e uno a testa per Vince Civitanova, Forza Italia e Lega.  E la stragrande maggioranza degli assessori dovrebbe essere riconfermata visto che tutti figurano tra i primi 11 con più preferenze in assoluto.

consiglio-comunale-barbara-capponi-civitanova-FDM

Barbara Capponi

Il partito più votato in assoluto, FdI, vuole capitalizzare il risultato e pretenderebbe addirittura tre posti in Giunta: sicuro quello per Barbara Capponi, che è stata la più votata, e che da manuale Cencelli avrebbe il posto da vicesindaco, questione però ancora al vaglio del dibattito interno. Fratelli d’Italia spinge poi per la riconferma dell’assessore uscente Francesco Caldaroni. 

Anche il partito del sindaco, Forza Italia, pare intenzionato a non accontentarsi di un solo ruolo di vertice. Di sicuro in pole c’è Claudio Morresi.

Morresi, infatti, vice presidente della Provincia e se dovesse perdere il posto di consigliere entrando in giunta, in teoria non potrebbe più svolgere il suo ruolo in Provincia. Per questo sembrava scontato che restasse alla presidenza del Consiglio.

consiglio-comunale-agosto-claudio-morresi-civitanova-FDM-7-325x217

Claudio Morresi

In realtà negli ultimi giorni hanno preso sempre più quota le possibilità che entri in giunta. Forse all’Urbanistica? Non è escluso però che il sindaco voglia accontentare le richieste degli azzurri: premiando chi? Piero Croia, il secondo più votato? Oppure uno tra Giuseppe Baioni e il coordinatore comunale Paolo Giannoni, entrambi fuori dall’assise? Anche se due ruoli di peso a Forza Italia che ha eletto due consiglieri potrebbero far storcere la bocca agli altri alleati.

gironacci

Manola Gironacci, possibile il suo ingresso in Giunta

Quanto alla lista del sindaco Civitanova Unica, seconda lista più votata nel centrodestra e terza in assoluto (a poche decine di voti dal Pd), strascontata resta la riconferma del record di preferenze Ermanno Carassai. E sul secondo nome però che qualche difficoltà potrebbe esserci. Per numero di preferenze sarebbe in pole position Paola Fontana, che però da una parte è la cognata di Ciarapica e l’articolo 64 del Tuel dispone che non possono far parte della giunta il coniuge e i parenti fino al terzo grado del sindaco. E dall’altra è alla prima esperienza politica, per cui sembra difficile possa essergli riservato un ruolo di peso. Considerando che in giunta ci devono essere almeno tre donne, potrebbe essere premiata la prima dei non eletti, la commerciante Manola Gironacci.

conferenza-civitanova-alta-carassai-FDM-3-325x217

L’assessore ai lavori pubblici Ermanno Carassai

Qualcosa poi bisognerà pur dare a ‘Io Rinascimento’ di Vittorio Sgarbi, che ha candidato Gianluca Crocetti, terzo a livello di preferenze in lista? Vedremo, anche perché sul piatto ci sono anche tutte le partecipate, Atac in primis. Sul fronte Vince Civitanova pochi dubbi sulla riconferma di Roberta Belletti, che ha dalla sua anche il fatto di essere una quota rosa. Resta il rebus dell’ex vice Fausto Troiani, che in teoria sarebbe fuori dai giochi della giunta. Ma il cui peso in maggioranza, anche per via dei vari progetti rimasti in sospeso in campo urbanistico, potrebbe essere decisivo per cambiare le carte in tavola. Infine la Lega, dove in pole resta la riconferma di Giuseppe Cognigni, a meno che non sia il partito a voler cambiare e anche per una questione di equilibri proporre Fabiola Polverini.

Intanto pare che il primo consiglio si terrà sabato 16 luglio. A convocarlo sarà il sindaco e in quella seduta sarà eletto il presidente del Consiglio e qualora Ciarapica dovesse firmare nel frattempo, come appare scontato, i decreti di nomina degli assessori, si provvederà alla sostituzione dei consiglieri che entreranno in giunta con i primi dei non eletti.

(redazione Cm)

Articoli correlati




 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =