Esami del sangue,
prenotazioni solo in presenza
«In pandemia è assurdo»

MACERATA - Il racconto di una mamma maceratese: «Perchè in questo momento non basta fare una telefonata?»
- caricamento letture

 

Ospedale_CUP_FF-5-325x217

Il Cup dell’ospedale di Macerata

 

Andare fisicamente in ospedale per prenotare un esame semplice di routine in epoca di pandemia. E’ l’iter che si sono trovati ad affrontare nelle ultime settimane diversi maceratesi a cui i medici di base hanno rilasciato una ricetta ad esempio per esami del sangue o per tamponi (esclusi naturalmente quelli Covid). «Sono incinta – racconta una mamma maceratese che preferisce non rendere note le sue generalità – e ho una prescrizione per un tampone vaginale. Ho chiamato il Cup telefonico per ben due volte e entrambi gli operatori mi hanno detto che non potevo prenotare tramite loro ma dovevo chiamare un numero del Distretto sanitario di Macerata. A quel numero mi hanno detto che la prenotazione poteva essere fatta solo fisicamente all’accettazione. Mi sembra assurdo che in un periodo di pandemia, mentre si cerca più possibile di favorire servizi a distanza, si obbliga ad andare in ospedale e a stare in fila per qualcosa che si potrebbe fare tranquillamente al telefono o persino online». Il problema sembra essere determinato da un corto circuito comunicativo tra gli uffici che non hanno indicazioni precise su chi deve accettare le prenotazioni. La mamma maceratese, veramente arrabbiata per quanto stava accadendo, ha fatto comunque sapere che, dopo almeno una decina di telefonate ai vari uffici, alla fine è riuscita a ottenere l’appuntamento, senza andare in accettazione. «Segnalo questa situazione perchè mi auguro che serva ad evitare che altri maceratesi debbano seguire il mio stesso iter o peggio ancora dover andare all’accettazione rischiando magari anche di contagiarsi».

(a. p.)

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X