Fondi Ue per il sisma, Terzoni:
«Delibere regionali come scatole cinesi
per disperdere le tracce»

LA DEPUTATA DEL M5S Patrizia Terzoni torna a colpire la giunta Ceriscioli, dopo l'ennesima denuncia dei comitati, secondo cui soldi destinati al cratere sono stati dirottati anche nei mercatini di Natale del Pesarese. «Possiamo dimostrare, carte alla mano, che la Regione contravviene la sua stessa scheda progetto. E' una vicenda triste e vergognosa, se non ci sarà un cambio di rotta radicale, predisporrò un esposto alla Commissione Europea e alla Corte dei Conti»
- caricamento letture

hotel-claudiani-movimento-5-stelle-foto-ap-5-e1465569439482-325x338

Patrizia Terzoni

 

Fondi europei aggiuntivi per il sisma: i comitati denunciano risorse anche per i mercatini di Natale a Pesaro e la mostra di Sgarbi a Urbino e la deputata Patrizia Terzoni (M5s) rincara la dose: «Le delibere regionali paiono come scatole cinesi costruite per far disperdere le tracce. In realtà adesso possiamo dimostrare, carte alla mano, che la giunta Ceriscioli, finanziando numerose iniziative turistiche fuori dal cratere, contraddice un altro documento con cui precisava che avrebbero ideato e realizzato un programma di iniziative specifico per il cratere per i fondi dell’asse 8».

Continua l’aspra polemica sull’utilizzo da parte della Regione dei 248 milioni di euro comunitari arrivati per le zone colpite dal sisma e rientrati nel cosiddetto Asse 8 del Por Fesr. Una vicenda a cui Cronache Maceratesi ha dedicato un’inchiesta a puntate, nata dalla prima denuncia dei comitati Terremoto centro Italia sull’utilizzo di parte dei fondi per finanziare le ciclovie. Centinaia di migliaia di euro risultano spesi fuori cratere. «Avevo denunciato con tanto di documenti l’uso dei fondi destinati al sisma 2016 come un bancomat per interventi nel turismo scollegati dall’emergenza da parte della Giunta regionale di Ceriscioli – dice oggi Terzoni – Ora, dopo quella sulle ciclovie, arriva un’ulteriore denuncia circostanziata dei comitati dei cittadini colpiti dal terremoto, che hanno spiegato come la giunta regionale marchigiana vuole usare i soldi europei vincolati alle attività di rilancio delle aree del sisma addirittura per finanziare i mercatini di Natale 2019 nei paesi della provincia di Pesaro non colpita dal tragico evento, oltre a mostre ed iniziative di vario genere, sempre fuori dal cratere. Una vicenda vergognosa e triste, del tutto ingiustificabile. Ceriscioli e la sua giunta veramente pensano che i comuni colpiti dal sisma non meritino neanche la possibilità di essere aiutati per organizzare i mercatini di Natale per rilanciare le loro comunità e il turismo e far vivere loro un periodo di festa in maniera un po’ più serena?».

Schermata-2019-02-16-alle-12.58.26-650x216

Uno dei passaggi sottolineati da Patrizia Terzoni

Per Terzoni «le delibere regionali paiono come scatole cinesi costruite per far disperdere le tracce. In realtà adesso possiamo dimostrare, carte alla mano, che la Giunta Ceriscioli, finanziando numerose iniziative turistiche fuori dal cratere, contravviene la sua stessa scheda progetto (la 30.1.1 della delibera 475/2018 nelle pagine dalla 117 alla 120) con cui si precisava che avrebbero ideato e realizzato un programma di iniziative specifico per il cratere per i fondi dell’asse 8. D’altro lato queste risorse sono arrivate esclusivamente per essere usate per il rilancio delle aree terremotate. Ci sono plurimi passaggi inequivocabili. Ad esempio a pagina 119 proprio sugli eventi turistici da finanziare si legge “Si intende valorizzare l’offerta turistica della Regione Marche con particolare riferimento ai Comuni del cratere”.’E poi “sostegno alla promo-commercializzazione di prodotti turistici marchigiani anche dell’area colpita dal sisma del 2016, qualificando l’offerta attraverso il miglioramento dei servizi di accoglienza e promuovendo eventi sul territorio non soltanto nei mesi estivi, al fine di contribuire all’aumento degli arrivi e delle presenze dei turisti in bassa stagione.” Surreale, visto che ora si finanziano i mercatini di Natale 2019 ai comuni del Pesarese fuori dal cratere. E spero non cerchino di sostenere la ridicola scusa che sono attività che aiutano indirettamente i territori colpiti dal sisma visto che le potrebbero organizzare tranquillamente i comuni del cratere. Si doveva e si deve finanziare un programma di iniziative di cui devono diventare protagonisti gli operatori turistici e i comuni del cratere, assieme, ad esempio, al parco dei Sibillini. Ceriscioli e gli altri assessori cancellino questa vergogna immediatamente – conclude Terzoni -, e producano, collaborando con le realtà dei comuni colpiti dal sisma, il programma dedicato di cui parlavano loro stessi. Se non ci sarà un cambio di rotta radicale, predisporrò come già annunciato un esposto alla Commissione Europea e alla Corte dei Conti».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X