Ospedale alla Pieve, Maccioni:
«Indagini geologiche in corso,
da settembre Radiologia interventistica»

SANITA' - Iniziati i carotaggi, a maggio i risultati e la valutazione dei terreni. Il direttore di area vasta ha presentato il primario della struttura complessa di eccellenza. Salvatore Alborino, specialista di interventistica vascolare, lascia Torrette e torna a Macerata: «Collaborerò con tutti i reparti, per far crescere il servizio». Nominati i nove capi dipartimento
- caricamento letture
maccioni

Maccioni mostra le “prove” dei lavori alla Pieve

 

di Gabriele Censi

Mentre si continua a discutere della sede dell’ospedale unico provinciale, l’iter per il sito scelto della Pieve a Macerata prosegue e sono partite le indagini geologiche nell’area della Pieve, lo annuncia mostrando la foto dei lavori il direttore Alessandro Maccioni che oggi ha presentato il primario Salvatore Alborino di “Radiologia interventistica di area vasta”. Il nuovo servizio sarà operativo a Macerata dal primo settembre. Il dottor Alborino è già stato a Macerata tra il 2012 e il 2016 ed è ora in forza all’ospedale di Torrette. «E’ un giorno positivo, – dice Maccioni – qui c’è un’eccellenza che era contesa da più parti, giunge a compimento un percorso di confronto con la direzione regionale e con le altre aree su cui mi sono giocato la faccia». Il direttore è ottimista pure sulla celerità dell’iter per la megastruttura provinciale: «Sarà il privato a realizzarlo ed è nel suo interesse accorciare i tempi, noi entro 30/40 giorni avremo i risultati dei carotaggi e la valutazione dei terreni da parte dell’agenzia del territorio, poi i passi successivi saranno l’acquisizione dell’area, la presentazione di un progetto o più di uno alla Regione da parte di  imprese o più verosimilmente di associazioni di imprese. Il progetto scelto sarà messo a bando e chi se lo aggiudicherà potrà partire con la realizzazione dell’opera. Dalla consegna noi pagheremo un canone per più anni fino al riscatto della struttura. L’ospedale si paga da sè considerando i risparmi che provengono da una struttura moderna con consumi ridotti e dall’uso ottimale del personale».

alborino-e1521729031233-325x234

Salvatore Alborino

Per la radiologia interventistica il cantiere per la nuova sala emodinamica sarà consegnato il 16 aprile poi sarà installato l’angiografo donato dalla Fondazione Carima: tutto pronto per fine giugno ma il dottor Alborino sarà in servizio effettivo dal primo settembre per facilitare il passaggio delle funzioni nel suo attuale incarico. Un iter che servità a predisporre tutto quello che è necessario per rispondere alle esigenze di un servizio di eccellenza che per Maccioni si identifica con la scelta fatta dal medico pesarese. La sua esperienza parte dal Policlinico di Modena dove ha iniziato la professione, poi dal 1997 ad Ancona: «Poteva decidere di andare dovunque e la preferenza per Macerata testimonia la validità del progetto» aggiunge il direttore. Alborino senza falsa modestia parla di un lavoro svolto di avanguardia nazionale e con pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali : «Si tratta di una disciplina di difficile definizione, dal nome si pensa si tratti di diagnostica, ma è una chirurgia mininvasiva che si avvale delle apparecchiature di imaging. Abbiamo bisogno di collaborare con tutti i reparti per svolgere il nostro lavoro». Ricorda poi l’esperienza maceratese dove era diventato un riferimento per tutte le Marche sud: «La soddisfazione maggiore sono state le testimonianze dei pazienti sull’accoglienza ricevuta in reparto. L’auspicio è riprendere quell’attività e farla crescere, ho incontrato il sindaco e sento la responsabilità di questo ruolo». 

maccioni-1-325x244

La presentazione di stamattina nella sede Asur

Altra novità annunciata dal direttore Maccioni è la nomina di tutti i capi dipartimento previsti nell’ambito del nuovo modello organizzativo con una determina del 16 marzo. Questo l’elenco che comprende anche alcuni nomi confermati: Dipartimento Servizi Clelia Perfetti, Dipartimento Area Medica Riccardo Centurioni, Dipartimento Specialità Chirurgiche Luigi Fasanella, Dipartimento Emergenze Giuseppe Tappatà, Dipartimento Specialita’ Mediche Franco Sopranzi, Dipartimento Area Chirurgica  Enrico Caraceni, Dipartimento Materno Infantile Paolo Francesco Perri, Dipartimento Salute Mentale Angelo Meloni, Dipartimento Dipendenze Patologiche Gianni Giuli.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X