Ospedale unico,
«Macerata stia tranquilla»

SANITA' - Le dichiarazioni di Ceriscioli al Consiglio comunale aperto di Civitanova hanno scatenato la tifoseria per Montecosaro. Nel pomeriggio telefonata con Carancini. Da palazzo Raffaello arrivano rassicurazioni: «Andiamo avanti su La Pieve». Il sindaco del capoluogo non fa una piega: «Sono sereno, non siamo burattini e non lo è nemmeno la Regione»
- caricamento letture
Carancini_Ceriscioli_Maccioni_Foto-LB-1-650x433

Da sinistra Romano Carancini, Luca Ceriscioli e Alessandro Maccioni

 

di Federica Nardi

«Il presidente ha ribadito, intendo al microfono, pubblicamente, di andare avanti con le indagini geologiche a La Pieve». Alessandro Maccioni, direttore di Area vasta 3, non sa che fine farà la bagarre politica riaperta durante il consiglio comunale aperto di Civitanova sull’ospedale unico (leggi l’articolo).«I carotaggi a La Pieve non sono bloccati», ripete Maccioni, anche lui in assise ieri sera. E la portavoce di Luca Ceriscioli, il presidente evocato dal direttore, ribadisce che «Noi andiamo avanti su La Pieve perché così hanno scelto i sindaci». Insomma, Ceriscioli a parole ha aperto alla possibilità che con un altro voto unanime si possa mandare all’aria un anno e mezzo di concertazione tra sindaci. Ma oggi, a distanza di qualche ora e di qualche telefonata, sembra invece che la Regione non abbia nessuna intenzione di riaprire la questione. Nonostante Ceriscioli ieri sia stato inequivocabile. «E’ chiaro – ha detto il governatore in assise – che in ogni momento, prima della firma di un contratto con una ditta, c’è la possibilità con gli altri sindaci di considerare un’altra soluzione, per la Regione non è un problema».

Il sindaco di Civitanova, Fabrizio Ciarapica, nel frattempo, forte dell’endorsement (che oggi appare più come uno scivolone) di Ceriscioli chiama all’appello la tifoseria per l’ospedale a Montecosaro. Ma almeno nelle dichiarazioni le decisioni restano quelle del 27 ottobre del 2017. Cioè l’ospedale unico, come deciso in quella sede all’unanimità, si fa a Macerata. Del resto a dire sì era stato anche un serenissimo Ciarapica, poi rimproverato dal Pd locale per aver sacrificato l’ospedale di Civitanova sull’altare della conferenza dei sindaci. Ieri Giulio Silenzi gli ha dato dello «sprovveduto». Romano Carancini, sindaco di Macerata e presidente della conferenza dei sindaci, una volta lette le dichiarazioni di Ceriscioli su Cronache Maceratesi («un’altra location per l’ospedale non è un problema»), ha telefonato a Maccioni e al governatore per avere un po’ di chiarezza.

OspedaleUnico_Carancini_Ciarapica_FF-9-325x217

Ciarapica insieme a Carancini il giorno della localizzazione dell’ospedale unico

«Io sono molto tranquillo – dice Carancini – . I sindaci hanno assunto una decisione dopo un percorso durato un anno e mezzo. Hanno partecipato tutti i sindaci, che hanno deciso i criteri per arrivare all’individuazione, tramite l’algoritmo della Regione, della location. Sulla base di questo criterio si è arrivati a La Pieve. Ed è questa decisione che sta andando avanti e si stanno compiendo tutte le attività funzionali alla definizione. Noi non siamo burattini – sottolinea Carancini – né lo deve essere la Regione. La credibilità della politica passa attraverso decisioni assunte democraticamente e all’unanimità». Invito alla credibilità che Carancini estende anche al centro sinistra civitanovese. «Ricordo bene che prima di Ciarapica, anche Corvatta ha accettato tutto questo percorso di partecipazione. Un percorso tranquillo e senza alcune polemica». In realtà la polemica tra Macerata e Civitanova sul tema ospedale unico è vecchia quanto la discussione stessa. Placata parzialmente dalla scientificità dell’algoritmo che ha decretato La Pieve scartando gli altri proponenti, non appena i sindaci avevano dato l’ok per Macerata, subito la sinistra civitanovese si era scagliata contro il neosindaco di centrodestra.  Nel frattempo i carotaggi a La Pieve, però, non sono ancora iniziati. La Regione fa sapere che inizieranno tra questo fine settimana e i primi giorni della prossima, dato che il terreno non è ancora abbastanza asciutto.

Ospedale unico a Macerata: si farà alla Pieve



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X