Ospedale unico:
doppia seduta del Consiglio

CIVITANOVA - Lunedì dalle 21 alle 23,45 l'assise si riunirà in forma aperta, a seguire ordine del giorno sullo stesso argomento. Marzetti: «Assenti Ceriscioli e Sciapichetti, meglio annullarlo»
- caricamento letture

consiglio-comunale-ottobre-2017-ciarapica-troiani-gabellieri-cognigni-civitanova-FDM-325x217

 

Il consiglio comunale si sdoppia a Civitanova. Doppia convocazione per lunedì sera quando l’assise si riunirà in seduta aperta alle 21 e in seduta ordinaria a partire dalle 23,45 per discutere dello stesso argomento all’ordine del giorno: l’ospedale unico alla Pieve di Macerata. Il presidente Claudio Morresi ha convocato il consiglio in seduta aperta lunedì 27 a partire dalle 21, invitando rappresentanti della Regione, della Provincia e delle associazioni socio sanitarie. Alle 23.45 stop al dibattito e il consiglio riprende in seduta ordinaria, convocato su richiesta dei consiglieri comunali di opposizione. I punti della discussione l’ubicazione dell’ospedale unico e le questioni annesse e a seguire la relazione del sindaco sul contenuto della discussione del 27 ottobre. Una doppia convocazione che non è piaciuta al Pd che ieri sera nel corso dell’assemblea dedicata proprio all’ospedale (leggi l’articolo) ha espresso lo sconcerto per questo tipo di procedura con fascia oraria da prima e seconda serata. Un consiglio comunale inutile invece per il consigliere Sergio Marzetti vista l’indisponibilità a partecipare delle figure apicali della sanità regionale: «hanno dato forfait sia il governatore della Regione Ceriscioli sia l’assessore Sciapichetti. E’ un modo sprezzante di rapportarsi con una realtà importante di periferia, un eludere il confronto di fronte al tema dell’anno, e cioè quello di investire 300 milioni di euro per una nuova struttura, quando notoriamente l’Area Vasta 3 denuncia grossi problemi in materia di efficienza e di risposta alla domanda sanitaria dei cittadini. Ci saranno, invece, il direttore generale Asur Marini e quello di Area Vasta Maccioni, ma la questione non è tecnica ma politica, e quindi viene a mancare l’ interlocutore principale. Di fronte ad un Pd che in sostanza se la canta e se la suona da solo, il gruppo LiberaMente chiede al presidente del Consiglio Morresi di annullare la seduta di lunedì e alla maggioranza di c«entrodestra di levare forte e in modo unitario la sua protesta contro l’atteggiamento della Regione. Il governatore ha dato la sua disponibilità a partecipare soltanto dopo la metà di dicembre, ma si tratta di un pretesto che accentua ancor di più la gravità del suo rifiuto. Riunirsi lunedì per parlare tra noi, quindi, non serve. Meglio annullare la seduta, sarebbe una scelta più seria».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X