Pezzanesi sull’asilo Green al Tg5:
“Opera brillante e utile per la città”

TOLENTINO - Il primo cittadino all'Indignato Speciale interviene per spiegare il progetto di riqualificazione dell'area dell'asilo, questione che sta tenendo banco da più di un anno
- caricamento letture
Il sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi all' "Indignato Speciale"

Il sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi all’ “Indignato Speciale”

di Marco Cencioni

«Ricordate l’asilo Green di Tolentino?». Inizia con questa domanda la puntata di ieri dell’ “Indignato Speciale”, la rubrica del Tg5 a cura di Andrea Pamparana. L’approfondimento delle 13 della rete ammiraglia Mediaset è tornato a parlare della vicenda dopo averlo fatto per la prima volta dieci mesi fa (leggi l’articolo) e ha dato la possibilità al sindaco Giuseppe Pezzanesi di spiegare il progetto dell’amministrazione comunale. Il primo cittadino aveva invocato il “democratico contradditorio” dopo il primo servizio della giornalista Maria Luisa Cocozza, affermando che “spesso la televisione è fiction”(leggi l’articolo). Dopo che le telecamere di Canale 5 sono ritornate in città anche lo scorso febbraio, per ascoltare la voce del comitato “Salviamo il Green dalla speculazione” (leggi l’articolo), è toccato, quindi, al primo cittadino prendere la parola per illustrare il programma. «Attraverso un bando pubblico intendiamo reperire le risorse necessarie per la costruzione di una scuola da 60 posti e non da 32 come l’attuale Green – afferma Pezzanesi ai microfoni dell’ “Indignato Speciale” – Sarà fatto con tecniche di bioedilizia più innovative e autosufficiente dal punto di vista energetico.

L'insegna dell'asilo Green di Tolentino

L’insegna dell’asilo Green di Tolentino

Dopo di che, la vecchia area Green verrà destinata non a un centro commerciale, come qualcuno artatamente dice, ma ad una piccola attività commerciale la cui superficie non potrà superare i 1.700 metri quadri e i 6 metri d’altezza, perfettamente integrata nel contesto – sottolinea il primo cittadino tolentinate – Sorgerà poi un parco di circa un ettaro destinato alla fruizione di tutto il quartiere, con un campo di calcio a otto e un’area di passeggio per cani: un’operazione, quindi, molto brillante e utile per la città stessa». «Ringraziamo il sindaco di Tolentino e proponiamo questo progetto all’attenzione dei genitori – dichiara Andrea Pamparana dallo studio – Speriamo che si possa davvero giungere ad una giusta soluzione noi siamo comunque pronti a testimoniare lo stato di avanzamento di questi lavori e magari, un giorno, festeggiare insieme nel nuovo parco». E’ su alcuni numeri citati da Pezzanesi, giudicati inesatti, che il comitato “Salviamo il Green dalla speculazione” mette l’accento in una nota stampa. «La superficie alienata è di 3.550 metri quadri edificabili al 60 per cento, quindi 2.130 metri di superficie coperta a spazio commerciale e il resto a parcheggi: i 1.700 metri detti del sindaco non corrispondono a verità – affermano i rappresentanti del comitato cittadino – Inoltre, i posti attuali autorizzati al Green sono 45 e  in base agli spazi ne può ospitare 52. Basta fare richiesta, ma non ce n’è mai stato bisogno perchè la disponibilità supera l’offerta. Attualmente i bambini ospitati dal Green sono solo 36, cioè in quantità minore della sua capacità, in più le nascite sono in calo: anche in questo caso il sindaco non dice la verità, dato che ha affermato che l’asilo ne ospita 32». Nel frattempo, il prossimo step sarà quello relativo al risultato della perizia dell’agenzia delle entrate, richiesta dal comune per avere una “valutazione immobiliare finalizzata a stabilire il valore di vendita dell’area e dell’edificio scolastico esistente ubicata in piazza Ugo La Malfa, al fine della valorizzazione dei beni tramite cambio di destinazione d’uso” (leggi l’articolo). I rappresentanti del comitato cittadino, contrari all’operazione di riqualificazione, avevano chiesto all’agenzia di sapere quale criterio avrebbe adottato nella stima del valore di vendita dell’edificio scolastico (leggi l’articolo) perchè convinti che il calcolo effettuato dall’amministrazione (circa 2 milioni di euro, 300mila dei quali sarebbero rimasti a disposizione mentre il resto della somma sarebbe servito alla ricostruzione dell’asilo abbattuto) sia decisamente troppo pessimista.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 1
Civitanova = 
Elezioni = 1