Centinaia di proteste per le multe
dopo il funerale di Elia Longarini

MACERATA - Al ritorno dalla partecipatissima cerimonia al duomo per l'addio al rugbista 12enne morto durante una partita, in molti hanno ritrovato una sanzione e protestato sul web. Il sindaco Carancini: "Il buon senso talvolta viene abbandonato, mi dispiace". Il Comune: "Ci sono state solo 6 contravvenzioni tra le 17,41 e le 17,49 a funzione religiosa ormai conclusa"
- caricamento letture
L'ingresso del Duomo gremito durante il funerle di Elia Longarini

L’ingresso del Duomo gremito durante il funerle di Elia Longarini

Sconcerto e indignazione si sono aggiunti al dolore per la scomparsa di Elia Longarini, il 12enne morto domenica durante una partita di rugby, in quanti al loro ritorno all’auto dopo il funerale hanno trovato una multa per divieto di sosta. 
Dopo la celebrazione al duomo di Macerata che ha visto la partecipazione di migliaia di persone (leggi l’articolo), infatti, le auto lasciate in sosta nella zona di Fontemaggiore, appena fuori dalle mura cittadine, sono state sanzionate. L’accaduto ha scatenato le proteste sul web. 

Il sindaco Romano Carancini in chiesa durante il funerale

Il sindaco Romano Carancini in chiesa durante il funerale

«Vai al funerale, preghi Dio che queste tragedie non capitino mai più. C’e il lutto cittadino, c’è il sindaco, c’è il comandante della polizia municipale e poi vai a riprendere la macchina in via Fontemaggiore a due passi dal duomo e trovi decine di auto multate per divieto di sosta. Mi sforzo di capire ma non ci riesco» scrive Luciano Pescolloni trovando il consenso di centinaia di maceratesi.
Tra questi Claudio Rita che ha scritto direttamente sulla bacheca di Facebook del sindaco di Macerata, Romano Carancini: «Romano, oggi ai funerali di quel povero ragazzo c’era un mare di folla, come avrai notato; molti maceratesi si sono stretti alla famiglia del 12enne stroncato da un malore durante una partita di rugby. Le persone erano veramente tante e tutti hanno voluto partecipare per far sentire alla famiglia una vicinanza e una partecipazione al loro dolore; al momento di andare via, molte decine di cittadini hanno trovato l’amara sorpresa di vedere la propria macchina multata in via Fontemaggiore, strada assolutamente secondaria, non trafficata e la cui sosta sul lato della carreggiata non intralciava assolutamente la circolazione: sì, è vero, in quel tratto c’è il divieto di sosta ma non trovi, Romano, un pochino stridente il “fare cassa”in situazioni come queste? E’ vero che i vigili hanno l’obbligo di far rispettare le regole, ma in tante altre occasioni si assiste ad una tolleranza benevola, (vedi funerali o matrimoni in corso Cavour con auto parcheggiate sulla destra) e in questo triste giorno non si poteva avere un minimo di considerazione per la circostanza particolare, almeno per il tempo del funerale?».
Romano Carancini si è scusato per l’accaduto con un commento: «Ho saputo solo ora di questo fatto, Mi dispiace veramente tanto. Nel ruolo che rivesto non posso esprimere tutto ciò che penso ma credo che il buon senso talvolta viene completamente abbandonato. Mi dispiace». In mattinata però è arrivata la replica del Comune: «Le multe elevate ieri in via Fontemaggiore sono state 6, e sono state elevate tra le 17,41 e le 17,49 a funzione religiosa ormai conclusa – si legge in un comunicato -. La pattuglia dei vigili urbani, che già si trovava a transitare nella zona, è stata richiamata da alcuni automobilisti per delle auto parcheggiate in modo non idoneo, che di fatto impedivano il transito dei veicoli».

(Servizio aggiornato alle 13)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X