«Alle Vergini arriva la scuola,
non l’aria fritta del Pd»

MACERATA - Il capogruppo di FdI Pierfrancesco Castiglioni rispedisce al mittente le accuse in Consiglio di Narciso Ricotta: «Loro l'hanno promessa dal 2009 ma è rimasta nel mondo dei sogni, la Giunta Parcaroli invece l'ha inserita nel piano triennale delle opere pubbliche»
- caricamento letture

 

Castiglioni_FF-18-325x217

Pierfrancesco Castiglioni, capogruppo di Fratelli d’Italia

 

Più odore di arrosto, che aria fritta. In sintesi è l’opinione del capogruppo di Fratelli d’Italia Pierfrancesco Castiglioni sull’annuncio fatto dal Comune dei due poli scolastici per l’infanzia e bollati dal capogruppo dem Narciso Ricotta come «aria fritta». Dice Castiglioni, con riguardo ai poli da realizzare alle Vergini e a Corneto: «Ritengo di dover rinviare al mittente l’affermazione fatta durante il dibattito consiliare dal consigliere Ricotta secondo il quale si tratterebbe di “aria fritta, di una mera ipotesi, visto che nelle due delibere non c’è alcun disegno dei poli scolastici, ma solo l’approvazione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica». E ha aggiunto ancora Ricotta “perché allora non prevedere per il quartiere Vergini un progetto che parta dall’asilo nido per arrivare fino alle elementari?”. Ora il fatto che queste affermazioni provengano da chi è stato in prima linea nell’amministrare Macerata negli ultimi venti anni appare quantomeno paradossale».

Castiglioni è iscritto all’anagrafe politica da qualche anno e ricordi ne ha anche sul fronte della scuole promessa alle Vergini: «Io, come abitante di quel quartiere e come consigliere comunale di “lungo corso” so bene quante promesse sono state fatte e mai mantenute relativamente alla risistemazione della scuola “E. Medi” delle Vergini. E allora sarà il caso di ricordare al consigliere Ricotta e a tutti i cittadini maceratesi che già nel lontano 2009 dopo un’assemblea a cui parteciparono il sindaco Giorgio Meschini, l’assessore ai servizi scolastici, docenti, genitori e cittadini il sindaco dichiarò testualmente: “stamattina ho dato disposizione ai servizi comunali di completare l’iter di approvazione del progetto di ampliamento della scuola e procedere alla gara d’appalto nei tempi più rapidi possibili”. Ebbene tutto è restato nel mondo dei sogni».

Ora Castiglioni dice che la giunta Parcaroli «appena insediatasi, dopo più di dieci anni di cambiamenti di rotta e di ripensamenti delle varie giunte di centrosinistra, ha inserito nel bilancio triennale 4 milioni di euro per la realizzazione del nuovo complesso scolastico delle Vergini. Ed oggi con l’inserimento nel piano triennale delle opere pubbliche della realizzazione del “polo dell’infanzia” e la relativa variazione nel bilancio di previsione di 3 milioni in due anni vengono poste le premesse, anche grazie al grande lavoro svolto dagli uffici comunali competenti, per ottenere dal ministero quei fondi che permetteranno di coprire le esigenze formative dei residenti del quartiere dall’asilo nido fino alla scuola primaria. Fatti, non promesse, consigliere Ricotta, altro che “aria fritta”». Resta da attendere per verificare l’aria che tira in zona Vergini, l’aria fritta di Ricotta o il preludio di arrosto di Castiglioni.

(L. Pat.)

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X