Cronometristi Maceratesi,
un’eccellenza nazionale:
da 92 anni misurano successi

VIAGGIO NELLO SPORT (14a puntata) - L'associazione con sede in via Panfilo conta su 31 tesserati e svolge mediamente 80 gare all'anno. Il racconto di Sandro Micozzi dai pionieri sino ai giorni nostri: i testimoni della storia delle competizioni mondiali e olimpiche
- caricamento letture

 

Sandro-Micozzi-primo-a-dx-in-basso-alla-Six-Days-di-La-Serena-Cile

Sandro Micozzi (primo a destra in basso) alla Six Days di La Serena in Cile

 

di Mauro Giustozzi

Il centenario si avvicina e intanto l’Associazione Cronometristi Maceratesi ha toccato i 92 anni di vita dimostrando sempre una grande vitalità ed una assoluta preparazione che fanno del gruppo maceratese uno dei importanti a livello nazionale. Senza la loro opera, del resto, moltissimi sport non sarebbero mai nati e soprattutto non avrebbero avuto un’evoluzione costante nel tempo. Dal 1939 ad oggi, oltre 200 sportivi della nostra provincia hanno fatto parte di questo sodalizio. Attualmente l’associazione provinciale conta su 31 tesserati e svolge mediamente 80 gare all’anno; è dotata di un vasto parco apparecchiature ed ha la propria sede in via Panfilo nei locali dell’ex Mattatoio. L’utilizzo di tali apparecchiature impone un aggiornamento costante ed un buona conoscenza dell’elettronica e dell’informatica. Ecco perché nei corsi per allievi cronometristi, l’associazione è alla ricerca di giovani di talento con tali caratteristiche.

Il-sottotenente-di-artiglieria-Armando-Palmucci-primo-cronometrista-a-Macerata-nel-1927-319x400

Il sottotenente di artiglieria Armando Palmucci, primo cronometrista a Macerata nel 1927

«Era il 1927, appena sei anni dopo la costituzione del Sindacato Italiano Cronometristi Ufficiali –racconta Sandro Micozzi che dell’associazione cronometristi è un punto di riferimento costante nel corso degli anni- che nel maceratese, precisamente a Recanati, Armando Palmucci appena venticinquenne, iniziò l’attività di cronometrista e diede quindi il via a quella che oggi è l’Associazione Cronometristi della provincia di Macerata. A dire il vero la prima vera struttura di cronometraggio ebbe costituzione a Macerata dopo che il Sindacato, nel 1928 divenne Associazione Italiana Cronometristi come Federazione affiliata al Coni. Sorsero così le prime associazioni provinciali sparse nel territorio italiano. Nel dicembre dello stesso anno una circolare del Coni rivolgeva un esplicito invito a tutte le federazioni ad essa affiliate ed alle associazioni sportive di servirsi dei cronometristi per la misura del tempo. Tale invito divenne obbligo nel 1933, quando un apposita circolare imponeva l’omologazione dei risultati solo con la firma nei verbali di gara del cronometrista dell’Aic».

Algeri-2000-Patrizio-Piccini-4°-da-sx-in-alto-ai-campionati-Africani-di-atletica-325x217

Algeri 2000, Patrizio Piccini (quarto da sinistra in alto) ai campionati Africani di atletica

Il periodo bellico rallentò in maniera considerevole l’attività sportiva in generale: la ripresa avvenne nel dopoguerra per iniziativa di un nutrito gruppo di sportivi maceratesi, tra i quali vanno ricordati i fratelli Mario e Vincenzo Cresci, Diomede Cappelloni, Cesare Bernabucci, Paolo Perugini, Mario Marcolini, Bruno Piangerelli, Oscar Babini, Luigi Menichelli, Oddo Galassi ed Umberto Culot, che organizzarono il primo corso per cronometristi nella vecchia sede di via Armaroli. Umberto Culot assunse per primo la carica di segretario provinciale della Fic seguito a distanza da Mario Cresci, Diomede Cappelloni, Sandro Micozzi, Enzo Pietrella, Chiara Bravi, Mario Alessandrini e per ultimo l’attuale presidente Maurizio Boldrini. «Gli anni ’80 videro il progressivo crescere degli impegni agonistici in tutta la provincia di Macerata –racconta Sandro Micozzi- con un numero sempre più crescente di nuovi cronometristi, ciò a fronte delle considerevoli richieste di servizi che in alcuni anni raggiunsero la ragguardevole cifra di circa 180 gare annue, nelle più disparate discipline sportive come atletica leggera, nuoto, pugilato, canoa pattinaggio a rotelle e su ghiaccio, sci, motocross, enduro, kart, pallamano, automobilismo, concorsi ippici, ciclismo, arti marziali. Pur se la competenza dei servizi è a carattere provinciale, l’alta professionalità dei crono maceratesi ha fatto si che alcuni di loro abbiano fatto parte di specifiche equipe nazionali di cronometraggio e molti siano stati convocati in manifestazioni a livello internazionale e mondiale».

Olimpiadi-di-Roma-Cesare-Bernabucci-con-la-divisa-ufficiale-da-cronometrista

Olimpiadi di Roma, Cesare Bernabucci con la divisa ufficiale da cronometrista

Sotto questo aspetto l’associazione maceratese ha visto suoi rappresentanti presenti alle Olimpiadi di Roma 1960 con Cesare Bernabucci nella disciplina della boxe al tavolo dei cronometristi a bordo ring in un incontro di Cassius Clay/Muhammad Alì; Fabio Moretti e Roberto Saretto furono impiegati negli sport dimostrativi. Ai Giochi del Mediterraneo Bari 1997 Sandro Micozzi ed Ambra Baldassarri nella disciplina nella pallamano maschile. Universiadi Sicilia 1997: Sandro Micozzi quale responsabile del team di elaborazione dati nel torneo di basket femminile a Marsala. Al Pavarotti International Modena 1998-99 Patrizio Piccini crono nel concorso ippico internazionale organizzato dal famoso tenore modenese in concomitanza con la kermesse canora.

oluca-Messico.-Sandro-Micozzisecondo-da-sx-al-Fun-Enduro-di-Valle-de-Bravo

Toluca, Messico: Sandro Micozzi (secondo da sinistra) al Fun Enduro di Valle de Bravo

Poi ancora la presenza a Dakar in Senegal (1998) e ad Algeri (2000) di Patrizio Piccini ai Campionati d’Africa di Atletica Leggera. Lo stesso Piccini partecipò poi a Catania (2003) ai Campionati Mondiali Militari. A Toluca in Messico nel 2005 Daniele Baroni e Sandro Micozzi con quest’ultimo responsabile del servizio di cronometraggio ed accompagnatore ufficiale del team italiano di cronometraggio al Fun Enduro di Valle de Bravo. Anche l’anno successivo sempre a Toluca Mauro Micozzi cronometrò il Fun Enduro di Valle de Bravo. In Cile, a La Serena, nel 2007 Sandro Micozzi è stato responsabile del servizio di cronometraggio ed accompagnatore ufficiale del team italiano di cronometraggio alla Six Days Cilena valevole per il mondiale per nazioni di Enduro. A livello federale l’associazione cronometristi maceratesi ha espresso come consigliere nazionale dal 2000 al 2008 Sandro Micozzi che fece anche parte del Consiglio di Presidenza con delega di rappresentanza federale agli sport motoristici quali kart, enduro, motocross, quadd, minimoto, trial presso la Federazione Italiana Kart e la Federazione Motociclistica Italiana. Chiunque sia interessato e appassionato a partecipare ai corsi per allievi cronos può contattare la sede maceratese Aic al numero 3480053093.

 

Cesare-Bernabucci-con-i-mezzi-di-trasporto-albergo-stadio-messi-a-disposizione-dalla-Lambretta

Cesare Bernabucci con i mezzi di trasporto albergo stadio messi a disposizione dalla Lambretta

Algeri-2000-Patrizio-Piccini-al-monitor-650x433

Algeri 2000, Patrizio Piccini al monitor

Arrivo-postazione-cronometristi-gara-motocross

Arrivo postazione cronometristi gara motocross

Nuotatone-5-km-a-Civitanova-488x650

Nuotatone 5 km a Civitanova

Palio-dei-Castelli-San-Severino

Palio dei Castelli San Severino

Partenza-con-cronometristi

Partenza con cronometristi

Postazione-cronometristi-a-Bolognola

Postazione cronometristi a Bolognola

Crono-Mille-Miglia-postazione

La postazione Crono alla Mille Miglia

 

Il legame con parrocchie e oratori, la passione di 6mila tesserati: il Csi abbraccia Macerata

Boom del calcio femminile, Yfit Macerata raccoglie il testimone delle pioniere degli anni sessanta

Oltre 400 soci, una scuola di qualità: l’associazione tennis Macerata riferimento di un territorio

La classe non invecchia, l’Atletica Sef gloria di una città: «Macerata compete con le metropoli»

Virtus Pasqualetti volteggia nella storia: da 114 anni un’eccellenza a Macerata

Il baseball a Macerata: la storia di una tradizione e la voglia di restare in Serie A

I 250 della Banca Macerata Rugby: una famiglia che cresce in attesa del campo al Centro Fiere

Macerata è softball, il club più titolato d’Italia vuole tornare al vertice

Cresce i giovani da 91 anni, Macerata a canestro con l’Abm

In tre anni oltre 100 iscritti e ora una Serie B da onorare Volley Macerata, storia di successi

Accademia Pugilistica Maceratese, da oltre 50 anni la culla della nobile arte

Fioretto, spada e ora sciabola: Macerata Scherma cresce i giovani «Senza casa ma con un progetto»

Macerata e la passione per l’hockey, una giovane società custodisce la storia

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =