Maceratesi con i bagagli:
l’emigrazione è da record

I DATI Istat del 2017 fotografano la nostra provincia come terza in Italia per tasso di emigrazione all'estero, con una media quasi il doppio di quella nazionale. Una situazione correlata anche alla crisi di Banca Marche e che riguarda soprattutto i giovani
- caricamento letture

valige

 

Manager in Olanda, astrofisici alla Nasa, scienziate del cervello, giramondo. Ci sono anche loro tra i maceratesi che se ne vanno all’estero ogni anno e il cui numero secondo i dati Istat aumenta sempre di più. Tanto che la provincia di Macerata risulta terza in Italia (dopo Bolzano e Imperia) per il maggior tasso di emigrazione all’estero.

Questi i dati 2017 diffusi oggi  dal Corriere della Sera, che inquadrano una provincia alle prese oltre che non la crisi demografica (leggi l’articolo) anche con una fuga sempre più massiccia all’estero. La media italiana del dato è del 0,25 percento, quella di Macerata quasi il doppio: 0,45 percento. In numeri, nel 2017, se ne sono andati dalla provincia 1.410 maceratesi (749 uomini e 661 donne). Ben 170 in più rispetto al 2016. Tra di loro, circa il 45 percento sono giovani dai 18 ai 39 anni (635 in totale). Un salasso di popolazione che sarebbe correlato anche al crac Banca Marche: il CdS sottolinea infatti che sei su undici delle province con il più alto tasso di emigrazione all’estero sono anche le stesse che hanno vissuto crisi bancarie negli anni precedenti.

(Fe. Nar.)

(Qui sotto alcune storie dei maceratesi all’estero raccontate nella rubrica “Maceratesi nel mondo”)

 

Civitanova stacca Macerata, quasi mille abitanti in più Ecco i dati demografici in provincia

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X