La strada di Paolo De Sanctis
Da Civitanova a Stoccolma
con le scarpe italiane>

MACERATESI NEL MONDO/31^ puntata - Dopo essersi trasferito 7 anni fa in Svezia per conto di un'azienda di moda e calzature, attualmente dirige il marchio Mac cosmetici. "Gli svedesi sono aperti all'innovazione e sono molto tolleranti. Torno a casa solo a luglio per le vacanze"
- caricamento letture

De Sanctis

Paolo De Sanctis

di Maria Cristina Pasquali

La maggior parte dei Maceratesi nel Mondo intervistati erano di Macerata o dell’entroterra maceratese. Finalmente ecco qualcuno della costa e si tratta di Paolo De Sanctis di Civitanova, anche se nato a Fermo il 16 febbraio 1984. E come molti “civitanovesi” è un uomo d’affari, un “businessman”, che il “destino” ha condotto a Stoccolma dove, nonostante la differenza di clima, ambiente e lingua, sembra trovarsi perfettamente a suo agio ed avere trovato la sua dimensione. E dove, grazie all’ impegno e alla buona volontà, tipica del carattere marchigiano, sta portando avanti diverse attività con molto successo.
“Sono fuori Italia da 7 anni – dice Paolo De Sanctis – perché ho iniziato a lavorare per una azienda di moda/calzature italiana che poi mi ha inviato in Svezia dove risiedo dal 2007”.

Di cosa ti occupi esattamente adesso?
Al momento dirigo il marchio Mac cosmetici sotto il gruppo Estee Lauder per il territorio svedese, oltre a questo sono co-proprietario insieme alla Apple di una azienda che sviluppa applicazioni e software per Iphone ed ho anche una mia società di consulenza nel settore business/management, con un totale di 400 dipendenti. In Svezia ed in particolare a Stoccolma mi trovo benissimo e non ho intenzione di rientrare.

Come mai hai deciso di lasciare l’Italia?
Sette anni fa è stata solo una scelta basata sulle mie possibilità carriera ed ero ancora incerto sul mio futuro ma oggi posso dire di aver fatto bene a trasferirmi in Svezia considerando come vanno le cose in Italia.

Stoccolma

Stoccolma

Non hai avuto difficoltà di inserimento a causa della lingua o per altre ragioni?
La lingua svedese è una lingua di origine germanica, è stata fin dalle origini la lingua madre dell’intera popolazione, nonostante oggi la lingua inglese sia conosciuta e parlata ovunque. Circa l’80% della popolazione professa la religione cristiana di rito luterano. Dalla fine della seconda guerra mondiale, il Paese ha fatto esperienza di importanti flussi migratori, tanto che oggi il 12% della popolazione ha origine straniera, proveniente da altri paesi scandinavi, europei ed extraeuropei.

Rientri spesso a Civitanova?
Purtroppo per impegni di lavoro non riesco a rientrare spesso, di solito torno a luglio per le mie vacanze estive. Comunque mi trovo benissimo qui.

Parlaci del carattere degli svedesi.
Il carattere degli svedesi è piuttosto diverso dal nostro. Lo svedese ha in genere una personalità riservata, se in particolare lo si paragona ad un italiano. Ciò non significa tuttavia che quello svedese sia un popolo freddo e scortese, lo trovo invece tipicamente aperto all’innovazione, soprattutto culturale, ed è conosciuto per possedere una grande tolleranza, rispetto e comprensione per altre culture anche molto diverse dalla loro. È abbastanza semplice adattarsi a loro dato che parlano tutti benissimo l’inglese.

De sanctis 1Come ti sei sistemato?
Abito in una zona residenziale chiamata Lidingo, ho da poco acquistato una villa fronte mare, se di mare qui si può parlare perché è diverso dal nostro! Il costo della vita è alto per quanto riguarda ristoranti, alcolici e tabacchi, per il resto più o meno e come se vivessi a Milano. Al momento vivo da solo con il mio cane, nella mia nuova casa.

Viaggi per lavoro?
Sono in viaggio circa 12 giorni al mese. Visito principalmente la Scandinavia e l’America, ma tra tutti preferisco la Svezia, nonostante sia una nazione dove 9 mesi all’anno è buio e le temperature scendono fino a -20.

A proposito parlaci del sole di mezzanotte!
Il sole di mezzanotte è un fenomeno magico e allo stesso tempo reale, di tipo geografico e astronomico. È dovuto alla posizione dell’asse terrestre ed alla relativa rotazione della terra intorno al sole. Durante il solstizio d’estate, alcuni paesi come la Svezia, situati ad una determinata latitudine terrestre comunque vicina al circolo polare artico, hanno la possibilità di avere un numero superiore di ore di luce rispetto ai paesi che man mano si avvicinano all’equatore. Ne deriva che in Paesi come quelli scandinavi, ma anche in Canada o in Alaska, in determinati periodi dell’estate, il sole non tramonta mai.

De sanctis 4Ti consideri soddisfatto della tua scelta?
Si, considerando che ho appena compiuto 30 anni, al momento guadagno 10 volte quello che guadagnavo in Italia, naturalmente tutto frutto di duro lavoro. Certo sono impegnato molte ore al giorno, tra le varie aziende sono occupato circa 12 ore quasi 7 giorni su 7. Ma va bene cosi.
Si trova facilmente lavoro in Svezia?
Dipende dall’esperienza e dal livello di inglese che parli, non c’è crisi quindi lavoro si trova senza problema, gli stipendi sono molto alti considerando che un cameriere guadagna circa 1.800 euro al mese, si può immaginare quanto si possa guadagnare in posizioni manageriali.

Rimpiangi qualcosa dell’Italia?
Beh l’unica cosa che rimpiango sono i miei genitori e la mia famiglia, purtroppo non riesco a vederli quanto vorrei anche se ci teniamo molto in contatto. In generale tutto il percorso fatto in questi 7 anni è stato bello, tanto duro lavoro che però finalmente sta portando degli ottimi risultati. Un cordiale saluto ai lettori di “Cronache Maceratesi”.

de sanctis 12

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X