facebook twitter rss

Ragazzini intossicati dal monossido,
scatta l’inchiesta: caldaia sequestrata

MATELICA - Aperto un fascicolo per lesioni colpose su quanto accaduto allo stadio, dopo che 18 baby calciatori e due allenatori sono stati ricoverati. Al momento non ci sono indagati
sabato 12 Gennaio 2019 - Ore 10:08 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Lo stadio di Matelica

 

Ragazzini intossicati dal monossido, scatta l’inchiesta per lesioni colpose. La procura di Macerata ha infatti aperto un fascicolo su quanto accaduto mercoledì allo stadio di Matelica, dove 18 baby calciatori, Esordienti classe 2006 e i due allenatori sono stati ricoverati a cause delle inalazioni.  E’ stato posta sotto sequestro la centrale termica che alimenta i nuovi spogliatoi, per capire cosa abbia potuto provocare il malfunzionamento che ha poi dato origine alla fuoriuscita di monossido di carbonio. Al momento non ci sono indagati. Ieri il provvedimento è stato notificato al sindaco Alessandro Delpriori, che già subito dopo il fatto aveva emesso un’ordinanza per vietare l’utilizzo della caldaia, senza però compromettere l’utilizzo dei locali della nuova struttura.  Si potranno dunque usare sala stampa, segreteria, spogliatoi, riscaldati con termoconvettori. Mercoledì dopo gli allenamenti i ragazzini e i due allenatori erano rientrati negli spogliatoi per la doccia. Poco dopo i primi malori, poi i ricoveri. Con i medici che avevano diagnosticato un’intossicazione da monossido di carbonio. Nonostante la paura, ora sia i ragazzini che i due allenatori stanno meglio.

Baby calciatori intossicati dal monossido: dieci sono tornati a casa, gli altri in via di dimissione

Baby calciatori intossicati, il club: «Grandissima forza di ragazzi e familiari»

Monossido di carbonio negli spogliatoi: intossicati 18 baby calciatori



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X