Maceratese, c’è l’offerta di La Cava
Due giorni per decidere

CESSIONE BIANCOROSSA - Incontro oggi pomeriggio nello studio dell'avvocato Federico Valori, advisor del club biancorosso. Presenti i legali Gabriele Cofanelli e Fabrizio Giustozzi e l'ex dg biancorosso Caira. L'offerta è per il 95% delle quote. Intanto il comitato "Salviamo la Maceratese" ha aperto un conto corrente per pagare gli stipendi dei giocatori. Oggi sono tornati in città gli imprenditori romani Fantauzzi e Macaluso per la rescissione del contratto
- caricamento letture

 

Giorgio-La-Cava_foto-LB-1-374x400

Giorgio La Cava venerdì a Macerata (Foto Benfatto)

 

di Gianluca Ginella

Formalizzata un’offerta d’acquisto per la Maceratese, la proposta arrivata sul tavolo dell’avvocato Federico Valori, advisor della Rata, è dell’imprenditore perugino Giorgio La Cava. Materialmente l’offerta è arrivata nel corso di un incontro che si è svolto oggi pomeriggio in galleria del Commercio negli uffici del legale. Presenti gli avvocati Gabriele Cofanelli e Fabrizio Giustozzi e l’ex dg della Rata, Stefano Caira. L’incontro si è svolto alle 16 ed è durato circa un’ora. La Cava (che non era presente) ha formalizzato l’offerta d’acquisto per la Maceratese. L’idea, da quanto emerge, è di acquistare il 95% delle quote (cioè la porzione in mano a Spalletta) per poi trovare un paio di imprenditori che affianchino La Cava, magari dividendo le quote in tre fette da 30 percento ciascuna. L’avvocato Valori si è preso un paio di giorni di tempo per esaminare l’offerta, sottoporla al presidente Filippo Spalletta, e dare una risposta.

Cofanelli

L’avvocato Gabriele Cofanelli

La Cava ha rotto gli indugi dopo essere stato la scorsa settimana a Macerata per approfondire l’analisi sui conti della società biancorossa. Una accelerata, quella di La Cava, in vista dell’avvicinarsi del 16 aprile, giorno in cui dovranno essere pagati gli stipendi ai giocatori. Certo, i tempi sono strettissimi per far decollare e concludere la trattativa e per versare subito almeno due mensilità – questa l’idea di La Cava – ai calciatori. Oggi tra l’altro si è registrato il ritorno in città degli imprenditori romani Marco Fantauzzi e Luca Macaluso che hanno incontrato l’avvocato Valori per la rescissione del contratto d’acquisto che avevano stipulato il 25 marzo salvo poi decidere di rinunciare.

E poi c’è il cuore dei tifosi del comitato Salviamo la Maceratese che hanno aperto un conto corrente per raccogliere i fondi necessari a pagare gli stipendi «e per scongiurare, in tal modo, la morte dei gloriosi colori biancorossi» dice il comitato. Una somma che «non sarà sufficiente allo scopo ma confidiamo nell’interesse dell’imprenditore La Cava al quale vogliamo dimostrare che questa città ama la Maceratese ed è pronta a fare un sacrificio economico per la sua sopravvivenza».

Caira_giustozzi_Foto-LB

Da sinistra: Stefano Caira e l’avvocato Fabrizio Giustozzi dopo l’incontro con l’avvocato Valori (Foto Benfatto)

Il comitato si rivolge a tutti coloro che amano i colori della Rata e agli imprenditori ai quali chiedono di versare una quota di mille euro, «in cambio ci attiveremo affinché prima e durante tutte le partite del prossimo campionato di Lega Pro venga trasmesso dallo speaker un messaggio di ringraziamento rivolto ad ogni azienda che ha contribuito alla causa. Qualora non riuscissimo nel nostro intento, i soldi versati saranno restituiti». Chi fosse interessato, scrive il comitato, potrà fare il versamento sul conto corrente “Team per la Rata”, in contanti alla filiale di Banca Marche di corso Cairoli, o con un bonifico: Iban: IT 88I0605513403000000013016. Nella causale viene chiesto di specificare nome, cognome, numero di telefono (che potrà servire a restituire quanto versato).

 

cordata-maceratese-fantauzzi-macaluso-massone-macerata-2-650x433

CORDATA ROMANA –
Luca Macaluso e Marco Fantauzzi oggi sono tornati a Macerata per la risoluzione del contratto (foto De Marco)

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X