«Dobbiamo far ripartire la ricostruzione
Ecco i nostri emendamenti»

SISMA - Le proposte di Fratelli d'Italia in vista del decreto Liquidità
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Visso_Archivio_FF-29-650x433

Il centro storico di Visso (foto Falcioni)

 

«Più poteri al commissario, semplificazione di ricostruzione privata e pubblica, più personale e più fondi europei per i comuni colpiti». Queste in sintesi le richieste di Fratelli d’Italia per i territori colpiti dal sisma del 2016, formulate anche dal deputato Francesco Acquaroli in vista dell’approvazione del decreto Liquidità.

FrancescoAcquaroli_FF-2-325x217

Francesco Acquaroli

«Con i colleghi Acquaroli e Prisco, nel dl Liquidità abbiamo ripresentato gli emendamenti sul sisma, sperando che questa sia la volta buona – dice Paolo Trancassini, deputato ed ex sindaco di Leonessa -. Più poteri al commissario, semplificazione nella ricostituzione privata e velocizzazione di quella pubblica, in particolare per l’edilizia scolastica, incremento del personale negli uffici per la ricostruzione ed infine agevolazione nell’accesso ai fondi europei per i 138 comuni colpiti dal terremoto, questi sono i temi di assoluta urgenza che abbiamo riproposto. Ci auguriamo che la maggioranza prenda in considerazione i nostri consigli, che sono gli stessi da due anni, e le nostre argomentazioni e soprattutto che faccia tesoro del fatto che anche il commissario al sisma è arrivato sulle nostre posizioni. Rincresce constatare che il dibattito sia ancora concentrato sulle strategie da applicare per togliere la ricostruzione dal binario morto in cui è ferma dal 2017 e che quelle proposte di Fratelli d’Italia da sempre osteggiate e bocciate dal Governo soltanto ora siano prese in considerazione dal commissario e dal mondo politico a lui vicino. In questo momento storico è indispensabile dare un segnare di ripartenza, non solo per le comunità del Centro Italia ma per la nazione intera, perché far partire la ricostruzione significa innescare un sistema di imprese che torna a produrre. Di questo abbiamo bisogno, da nord a sud».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X